98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Una poesia per Eugenio Vinci tra “lacrime e applausi”. I versi di Salvatore Mezzopane

Sant’Agata Militello – I versi del poeta Salvatore Mezzopane dedicati al manager morto nella tragedia del caicco in Croazia. Mentre il sindaco Mancuso ringrazia la comunità e riaccende la speranza per i bambini trasferiti al Bambin Gesù di Roma

Il poeta Salvatore Mezzopane, amico di una vita che conosceva bene Eugenio e il padre Giuseppe, primario di Chirurgia nell’ospedale santagatese,  autore di diverse raccolte e pubblicazioni, l’ultima con Corallo Rosso, ha voluto dedicare dei versi all’amico scomparso in modo così drammatico.

Mezzopane, vincitore di ambiti premi letterari, l’ultimo in Calabria, ha dichiarato “Non scrivo mai per le occasioni ma Eugenio lo meritava”.

Ecco i versi che ha voluto dedicargli:

 

#Applausi – A Eugenio

Applaudire il dolore

per un amico

che forza che ci strazia

come un rito antico

degli Achei in lutto intorno.

Il ritmo acceso

di una canzone quando

eri il sorriso in strada

di quel mio ricordo scolpito

come pietra santa.

Quella canzone dei Camaleonti

tra le lacrime e l’euforia

come ieri

oggi

pur sempre emozioni forti.

“Applausi, oceano di mani

ma le tue mani

non(le vedrò)…

le vedremo mai più”.

Applaudire la fine che

non convince

come finta

di un concerto senza suono

di un’arpa spenta/anzi frantumata.

Continua a leggere altre notizie su
Sant'Agata M.llo