98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Sparatoria Ucria. Parla l’avvocato di Russo “Al poligono solo 5 anni fa. E’ legittima difesa”

Ucria – «Il mio assistito ha ribadito che si sia soltanto difeso perché temeva per la sua vita e per quella delle altre persone presenti in casa». A parlare è l’avvocato Luigi Bellissima che difende Salvatore Russo, il 30enne macellaio di Paternò che si trova in carcere perché accusato del duplice omicidio di Antonino e Fabrizio Contiguglia e del tentato omicidio di Salvatore Contiguglia avvenuti la sera di Ferragosto a Ucria.

Il gip del Tribunale di Patti, Ugo Domenico Molina non ha convalidato il fermo, ma ha contestualmente applicato la misura della custodia in carcere per Russo. Il suo assistito ha sottolineato al magistrato come tutto si sia svolto nelle immediate vicinanze dell’uscio di casa e subito fuori dalla porta. In particolare il 30enne «ha ribadito di essersi visto puntare una pistola contro e di aver reagito frapponendo la sua mano tra il calcio e il cane della pistola bloccando il colpo che stavano per sparargli».

Russo ha anche fatto vedere al magistrato l’escoriazione provocatasi nell’incavo tra il pollice e le altre dita della mano. Come raccontato dall’arrestato ai carabinieri e ribadito davanti al magistrato, Russo ha ricostruito cosa è accaduto subito dopo, ammettendo di aver preso la pistola e di aver cominciato a sparare. Ricorda di aver esploso due colpi nei confronti di Antonino e Fabrizio Contiguglia, ma non di averne esploso altri.

All’ospedale Papardo di Messina si trova però ricoverato Salvatore Contiguglia che è stato ferito la sera di Ferragosto durante la sparatoria in cui hanno perso la vittima lo zio e il cugino di quest’ultimo. Durante l’interrogatorio «Russo ha avuto anche modo di chiarire la sua esperienza al poligono di tiro. Ha ammesso di averlo frequentato un paio di volte cinque anni fa, ma al di fuori di questi episodi non ha familiarità con le armi né tantomeno una passione per pistole o fucili, tanto è vero che si tratta di un’esperienza sporadica e avvenuta ormai lontana nel tempo».

Continua a leggere altre notizie su
Ucria