98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Ombrelloni incustoditi, dopo il blitz di Brolo, anche a Gliaca chiedono il rispetto delle regole

Piraino – Dopo il blitz, di alcuni giorni fa, degli agenti della polizia municipale di Brolo che hanno messo fine ad una fastidiosa abitudine dei bagnanti, ovvero quella di lasciare il proprio ombrellone la sera sulla spiaggia, così da ritrovarlo il giorno seguente, i cittadini delle altre località chiedono che anche da loro vi sia una decisa presa di posizione da parte delle autorità competenti, e che si incomincino  a sanzionare questi gesti d’inciviltà, tipicamente estivi.

Nella foto scattata di fronte al nuovo lungomare di Gliaca di Piraino, si può notare come siano molti gli ombrelloni, lasciati al tramonto dai proprietari per non perdere il posto conquistato a pochi metri dalla battigia, e pronti per essere riaperti e utilizzati il giorno dopo, senza dover cedere la priorità acquisita ad altri bagnanti, in chiaro e palese contrasto con quanto disposto dal Codice della Navigazione della  Capitaneria di Porto.

Una situazione, a dir il vero, che si ripete puntualmente – purtroppo non solo a Gliaca – ogni anno con il periodo di maggior affluenza sulle spiagge, ma, sull’esempio di quanto accaduto a Brolo, adesso i bagnanti chiedono un maggior rispetto delle regole da parte dei cittadini indisciplinati, e che le autorità competenti sanzionino questi comportamenti.

“Le regole ci sono e vanno rispettate – spiegano i cittadini, oramai esasperati  –  e  non è giusto sia sotto il profilo della normativa, che sotto l’aspetto del vivere civile. Gliaca ha un grande arenile, c’è spazio per tutti e queste arroganze balneari non si comprendono affatto. Quindi ci appelliamo agli organi preposti  affinchè intervengano subito e mettano fine a questa appropriazione indebita di suolo pubblico”.

Continua a leggere altre notizie su
Piraino