98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Recupero urbano di Catapanello, il progetto esecutivo spiana la strada all’accredito delle somme

Patti – L’iter per la riqualificazione urbana del quartiere Catapanello giunge ad uno step decisivo dopo l’approvazione, in linea amministrativa, del progetto esecutivo.

Il progetto di recupero urbano delle aree esterne degli alloggi popolari di via Catapanello e di ristrutturazione dell’impianto sportivo di pertinenza del quartiere, che prevede la realizzazione di opere per un ammontare di 985 mila euro, passa al livello esecutivo dopo l’approvazione in giunta su proposta del settore comunale Infrastrutture e Manutenzioni. Si tratta di un passaggio fondamentale per l’accredito delle somme già ammesse a finanziamento nell’ambito del “Bando Periferie”.

Pochi mesi addietro il Comune di Patti aveva già incassato i pareri favorevoli di Genio Civile e Sopraintendenza ai beni Culturali: step fondamentali per poter giungere all’approvazione del progetto in linea amministrativa e aprire, così, la fase decisiva relativa all’espletamento delle procedure di gara per l’affidamento dei lavori di ristrutturazione dell’area di corte delle tre palazzine Iacp, attraverso il rifacimento della pubblica illuminazione, dei sottoservizi e del piano viabile. Prevista, come accennato,  anche la riqualificazione dell’area sportiva di Catapanello, con la realizzazione di un campo polivalente dotato di una copertura in legno.

Dopo la valutazione positiva da parte di Genio Civile e Soprintendenza e l’approvazione del progetto esecutivo, gli  interventi di recupero urbano delle aree esterne degli alloggi Iacp stanno, dunque, per diventare finalmente realtà. L’occasione giunge dal cosiddetto “Bando per le Periferie”: progetto ministeriale rivolto alle aree urbane caratterizzate da situazioni di marginalità economica e  sociale,  degrado  edilizio  e  carenza  di servizi. La procedura  indetta  dalla  presidenza del Consiglio dei ministri aveva come oggetto proprio la selezione di  progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle Città metropolitane e dei  Comuni  capoluogo  di  provincia, con l’istituzione di un apposito fondo da 500 milioni di euro per l’anno 2016. Di questi, circa 40milioni sono stati destinati alla Città metropolitana di Messina, che tra circa cinquanta progetti ha selezionato anche quello presentato da Palazzo dell’Aquila.

Continua a leggere altre notizie su
Patti