98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Sentiero naturalistico Grotte – Tindari, c’è il finanziamento da 1,3 mln di euro

Patti – Con DDG del Dipartimento Ambiente dell’assessorato regionale al Territorio è stata approvata la graduatoria definitiva del bando concernente la valorizzazione delle aree protette della Sicilia.

Tra gli interventi finanziati risulta anche quello proposto dal Comune di Patti e relativo alla realizzazione di un sentiero naturalistico tra Mongiove Grotte e Tindari, per un importo di 1.310.145,40 euro. Lo ha reso noto il sindaco Mauro Aquino, che ha espresso «grande soddisfazione per il  raggiungimento di un risultato che consentirà la realizzazione di una ulteriore e bellissima attrazione turistica e naturalistica all’interno di uno dei tratti più incontaminati e suggestivi del nostro territorio».

Il sentiero in questione consentirà, infatti, l’accesso alla Riserva naturale dei Laghetti di Marinello dal suo fronte orientale, finora scarsamente fruibile, partendo dalle Grotte di Mongiove per giungere sino a Locanda lungo un percorso che attraverserà la sommità di Monte Giove e l’incantevole Valle Tindari. «Sono certo – ha affermato il primo cittadino pattese – che il sentiero costituirà un’attrazione formidabile per gli  appassionati del trekking, della natura e del paesaggio, svolgendo anche un importante richiamo dal punto di vista turistico. Questo ulteriore finanziamento ottenuto dall’amministrazione comunale dimostra che si stiamo continuando a lavorare silenziosamente per centrare tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Ringrazio – ha concluso il sindaco – gli uffici comunali e l’assessore Marco Scardino, il quale ha seguito e curato con competenza e dedizione il complesso iter tecnico e amministrativo».

Il progetto finanziato prevede, nello specifico, la realizzazione di percorsi tipologici, aree attrezzate e di sosta, cartellonistica, segnaletica orizzontale e verticale, elementi di arredo delle aree e attrezzature di bike-sharing. L’intenzione è di valorizzare siti di grande interesse come “Monte Giove” e “Valle di Tindari”, cioè l’intero versante di ponente della riserva naturale dei Laghetti di Marinello, che purtroppo, nonostante sia quello più esteso e di pregio dal punto di vista naturalistico e della biodiversità, manca di accessi ed è totalmente carente di percorsi che ne consentano il collegamento col sentiero “Coda di Volpe” che da Tindari conduce alla sottostante area lagunare (già finanziato con i fondi “Por – Sicilia 2016/10”).

 

 

Continua a leggere altre notizie su
Patti