98zero

Buona la prima per il tour estivo del “Laboratorio”. Sabato si replica a Sant’Agata Militello

Capo d’Orlando – Una Piazza Matteotti piena di gente ha fatto da cornice alla prima assoluta del tour estivo 2019 del Gruppo Teatrale “Il Laboratorio”.

Sul palco di Piazza Metteotti l’Associazione Culturale “P.M. Rosso di San Secondo” con il Gruppo Teatrale “Il Laboratorio” ha messo in scena “Me figghiu trasiu in banca”, commedia in tre atti di Fortunato Tripodi.

Parte così il tour estivo della storica compagnia teatrale orlandina fondata nel lontano 1983 e guidata, ininterrotamente da 36 anni da Pippo Galipò. Alessandro Biscuso nella parte di ‘Ntoni, proprietario di una osteria, Daniela Buttò e Adriano Lo Presti che interpretano i suoi figli, Nino Mangano nel ruolo di Peppe Quattrocchi e la moglie Carmela interpretata da Maria Ravì con i figli Pietro (Federico Natoli) e Giulia (Veronica Gentile), Pippo Galipò nel ruolo del maresciallo dei carabinieri accompagnato dal brigadiere Gaetano Micale, Dario Saggese nella parte di Giovanni, Rosetta Vitanza nel ruolo della comare “pettegola” di Carmela hanno fatto ridere e riflettere il pubblico presente. Da sottolineare l’esordio assoluto per ben quattro degli undici attori impegnati in questa rappresentazione. Il duro lavoro delle prove è stato ripagato da una buona interpretazione degli esordienti Rosetta Vitanza, Veronica Gentile, Adriano Lo Presti e Daniela Buttò. Come sempre padroni del palco le storiche colonne del gruppo rappresentate da Alessandro Biscuso, Nino Mangano e Pippo Galipò.

Due famiglie, apparentemente accomunate soltanto dalla condivisione del cortiletto antistante le abitazioni, l’una dirimpetto all’altra: la famiglia Quattrocchi, borghese e dai nobili antenati, da un lato, e la famiglia Romeo, di estrazione popolare e povera, dall’altro. Entrambe sono alle prese con la “sistemazione” dei figli. Gli eventi le avvicineranno più di quanto la posizione delle loro abitazioni avesse mai fatto prima: con intrecci imprevedibili ed inattesi risvolti sia sentimentali che “professionali”. In chiave ironica e con la giusta dose di comicità si è tentato di raccontare le (dis)avventure delle due famiglie. Con un finale assolutamente a sorpresa.

Si replica sabato 17 agosto a Sant’Agata Militello, presso l’area antistante il “museo dei Nebrodi” con inizio dello spettacolo alle ore 21,30 (ingresso gratuito)

 

 

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando