98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Morta turista russa travolta da uno scooter condotto da un 19enne indagato per omicidio stradale

Giardini Naxos – E’ morta dopo 13 giorni di agonia la turista russa travolta da uno scooter sul lungomare lo scorso 29 luglio, indagato per omicidio stradale l’investitore.

La vittima, Dina Fedorovna Bortnik, 60 anni, è deceduta all’ospedale “Cannizzaro” di Catania, dove si trovava ricoverata da 13 giorni, a seguito dei gravi traumi riportati, in particolare alla testa. I medici hanno tentato di salvarla, ma le profonde ferite riportate nell’impatto con l’asfalto, le sono state letali. L’incidente stradale si verificò sul lungomare Tysandros, intorno alle 19, la donna originaria di Vologda, città della Russia occidentale, fu travolta sulla litoranea da uno scooter Honda Sh 300 condotto da F. P., 19 anni, residente a Messina, ma originario di Giardini.
La sessantenne  era appena uscita dall’hotel dove soggiornava e stava attraversando la strada, sembrerebbe sulle strisce o comunque nelle immediate adiacenze. Secondo una prima ricostruzione, l’esatta dinamica è al vaglio dei carabinieri della locale stazione, che hanno effettuato tutti i rilievi necessari,  il motociclista, con a bordo un passeggero minorenne, avrebbe investito la donna ed avrebbe poi  perso il controllo del mezzo a due ruote, andandosi a schiantare contro una Mercedes, parcheggiata sul lungomare. Le condizioni di Dina Bortnik apparvero subito gravi, tanto da essere trasportata in elisoccorso al “Cannizzaro”, dove è rimasta ricoverata in Rianimazione fino alla morte.
Il conducente dello scooter, che nell’impatto con l’auto parcheggiata ha riportato un taglio ad un orecchio perdendo molto sangue, fu trasportato all’ospedale “San Vincenzo” di Taormina, con politraumi, ma non in pericolo di vita. Per il passeggero minore , invece, solo lievi ferite. Il diciannovenne alla guida dello scooter si ritrova adesso indagato per omicidio stradale, le indagini sono affidate ai carabinieri della stazione di Giardini Naxos. Dina Fedorovna Bortnik era giunta in città, in comitiva per trascorrere un periodo di vacanza che purtroppo si è concluso tragicamente. La struttura alberghiera ha già contattato i familiari in Russia per consegnare loro gli effetti personali della donna.
La vittima era molto conosciuta negli ambienti culturali cittadini perché era direttrice della parte musicale del Vologda Drama Theater e compositrice di musica suonata nella commedia. Per il suo lavoro nel 2016 aveva ricevuto il Premio di Stato della Regione di Vologda.
Nella foto la vittima Dina Fedorovna Bortnik
Continua a leggere altre notizie su
Giardini Naxos