98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

La “Notte dei sapori” a Castel di Lucio, domani un percorso tra sapori, musica e bellezze

Castel di Lucio – Un percorso enogastronomico, musicale ed artistico animerà le vie del centro storico di Castel di Lucio, domani 12 agosto. È la “Notte dei sapori” il primo evento della rassegna “la musica racconta i luoghi” che racconterà la storia culinaria di Castel di Lucio tra bellezze, musica e profumi deliziosi. Per la direzione artistica della rassegna è stato scelto Nino Nobile, noto musicista locale.

Formaggi, bruschette, provola,“tabisca ca ricotta”, salsiccia, “cudduruni” cannoli,  e tanto altro in questo percorso  di prodotti tradizionali che meritano di essere degustati. Un tripudio di sapori per l’evento organizzato dal Comune di Castel di Lucio, con in testa il sindaco Pippo Nobile, l’assessore al turismo e allo spettacolo Nino Di Francesca e la collaborazione attiva delle associazioni locali.

Accanto a tante prelibatezze culinarie non poteva mancare anche tanta buona musica: dalle ore 16 si svolgerà il workshop di tamburo siciliano e balli tipici a cura di Simona Ferrigno e il workshop di cucina tipica. Alle 20 si entrerà nel vivo della “Notte dei sapori”, mentre alle 23 “concertone finale e cuntradanza” in piazza. Gli artisti che si esibiranno in questa splendida serata saranno Valentina Migliore e Angelo Battaglia, quest’ultimo chitarrista di Motta D’Affermo, il gruppo “Folkinduo” con Emanuela Fai e Virginia Maiorana, Giampiero Amato con Alessandro Calascibetta alla chitarra e Nino Amato alle percussioni, Simona Ferrigno, Salvatore Fundarò con il fisarmonicista Giuseppe Ferrara.

Un evento di certo da non perdere che riuscirà a regalare emozioni, canti, sapori del passato e del presente. Prossimi appuntamenti della rassegna “la musica racconta i luoghi”: il 18 agosto in piazza Convento con lo spettacolo musico- teatrale “Storii Tra il Serio e il Faceto” di e con Oriana Civile e il 24 agosto in piazza Castello con “Note al Castello” alle 19. Tre serate in cui il direttore artistico della kermesse d’arte Nino Nobile è riuscito in una bella e difficile impresa, coinvolgendo oltre 30 artisti.

Per la prima volta – dichiara il sindaco Pippo Nobilequest’anno abbiamo deciso di affidare la rassegna musicale estiva, ad un direttore artistico nel tentativo di valorizzare “i luoghi della memoria” del nostro passato più significativi. Individuato il direttore artistico la rassegna è nata sotto la giusta stella. Ottimi i musicisti e suggestivi luoghi che saranno presentati da illustri studiosi locali. Grazie a Nino Nobile è stato possibile coinvolgere altre eccellenze locali e artisti siciliani di primo livello. Molte sono le aspettative. Ci auguriamo che si possa promuovere una immagine positiva del nostro centro e ci auguriamo che siano tanti i visitatori, soprattutto per la notte dei sapori, in cui i musicisti faranno da contorno ai vari piatti della tradizione locale, che potranno essere registrati con maggior gusto. E poi da non trascurare il concerto di Oriana Civile al convento e la serata di grande musica al Castello”.

“I nostri luoghi identificativi sono la piazza, il castello normanno, il convento dei frati minori –afferma Nino Nobilesono luoghi dell’anima e da quelle pietre è passata la storia della nostra comunità. In una fase storica come quella attuale, in cui si vive spesso di luoghi comuni, noi ripartiamo dai comuni luoghi, per riviverli e apprezzarli con maggiore consapevolezza. E tre eventi diversi in ognuno di questi luoghi che trasformeremo in teatri naturali. In questa rassegna vogliamo unire l’arte con l’arte, coniugare passato e presente con un programma che prevede spazio per il divertimento, ma anche per la cultura grazie al coinvolgimento di due storici dell’arte e cultori delle tradizioni locali, come l’avv. Prof Antonio Matasso e l’arch Angelo Pettineo. Ringrazio il sindaco e l’assessore e l’intero gruppo di maggioranza per la totale fiducia accordatami, il presidente della Proloco Nino Rinaldi, ma anche i nostri sponsor, il comitato M. s del soccorso, l’arc. Padre Carmelo Lipari, e l’impresa di Mammana Antonio. Loro hanno creduto sin da subito a questo nostro progetto che vogliamo offrire a tutti”.

Non luoghi comuni ma ripartire dai bellissimi comuni luoghi: appuntamento dunque domani a Castel di Lucio per vivere appieno le tradizioni del piccolo borgo e di tutti i suoi abitanti.

Continua a leggere altre notizie su
Castel di Lucio