98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Da Palazzo dell’Aquila diramato l’avviso pubblico per la stabilizzazione dei precari

Patti – Diramato dall’ente di Palazzo dell’Aquila l’avviso pubblico per la stabilizzazione del personale precario con qualifica non dirigenziale e con contratto di lavoro a tempo determinato.

«Così come più volte dichiarato, e coerentemente con gli impegni assunti nei confronti dei lavoratori, stiamo procedendo al completamento dell’iter per la stabilizzazione dei precari». Lo ha annunciato il sindaco di Patti, Mauro Aquino.

Ammonta a 92 il numero complessivo di unità lavorative per le quali l’amministrazione comunale intende procedere alla stabilizzazione. Ventiquattro sono le unità di categoria A (profilo professionale “Operatore”), 11 quelle di categoria B (Collaboratore), 55 le unità di categoria C (Istruttore) e due quelle di categoria D (Istruttore direttivo).  I 92 dipendenti appartengono al cosiddetto “precariato storico” della Regione Siciliana e saranno stabilizzati, laddove dimostrino di possedere tutti i requisiti richiesti, attraverso l’attuazione del “Piano triennale dei fabbisogni di personale dell’Amministrazione comunale di Patti per gli anni 2019/2021”.

L’avviso, come accennato, è rivolto al personale non dirigenziale con contratto di lavoro a tempo determinato. Parecchi i requisiti da rispettare, tra cui risultare in servizio presso l’amministrazione, anche per un solo giorno, successivamente alla data del 28 agosto 2015 e aver maturato, al 31 dicembre 2017, almeno tre anni di servizio negli ultimi otto, anche non continuativi. I candidati in attesa di stabilizzazione dovranno far pervenire la loro domanda al Responsabile del settore Affari Generali dell’ente entro quindici giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso. Il Responsabile della Gestione giuridica del Personale procederà all’istruttoria delle domande pervenute, per poi procedere alla formazione degli elenchi, divisi per categoria professionale, dei soggetti in possesso dei requisiti prescritti ai fini della stabilizzazione e di un elenco dei soggetti esclusi, con indicazione delle cause di esclusione.

I lavoratori che risulteranno negli elenchi degli aventi diritto alla stabilizzazione verranno convocati per la stipula del contratto individuale di lavoro subordinato a tempo indeterminato con l’amministrazione comunale di Patti. «L’avviso – spiega il primo cittadino – serve ad acquisire le disponibilità dei lavoratori. Con l’approvazione degli strumenti finanziari si procederà, dunque, alla loro assunzione in ruolo con contratto a tempo indeterminato. Per i precari è un momento storico,  perché verranno fuori da un calvario lungo trent’anni.

Continua a leggere altre notizie su
Patti