98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Rivoluzione energetica all’orizzonte: oltre 1 mln di euro per il progetto Smart City Patti

Patti – Con apposito decreto il Dipartimento regionale dell’Energia ha finanziato il progetto Smart City Patti per un importo di 1.053.278,85 euro.

Sta per diventare certezza il progetto di efficientamento degli impianti di pubblica illuminazione comunali, da realizzarsi in project financing per un importo complessivo di circa 2,5 milioni di euro, di cui 1.486.721,50 euro a carico dei privati. Il progetto prevede, in particolare, la sostituzione di tutti i corpi illuminanti della rete della pubblica illuminazione con led di ultima generazione, meno energivori e più efficienti; la sostituzione e la razionalizzazione dei relativi quadri elettrici e il telecontrollo di tutti gli impianti; un plafond da utilizzare per la realizzazione di nuovi impianti e per manutenzioni straordinarie.

«Sono molto soddisfatto per questo ulteriore risultato, che consentirà all’ente – ha affermato il sindaco Mauro Aquino – di dotarsi di impianti più efficienti e di ridurre notevolmente il costo delle fatture per l’energia elettrica. Sarà inoltre possibile ampliare la rete dotando di illuminazione pubblica anche ulteriori zone del territorio comunale. Ho già dato istruzioni al Rup e all’ufficio competente – ha aggiunto il primo cittadino – affinché si proceda nel più breve tempo possibile agli adempimenti necessari per l’espletamento della gara. Ancora una volta il buon lavoro di programmazione di questa amministrazione, opportunamente sposato dal Consiglio Comunale, ha dato ottimi frutti».

Il progetto Smart City Patti, proposto da un’azienda catanese e fatto proprio dall’ente di Palazzo dell’Aquila, punta ad un generale ammodernamento dell’intero impianto di illuminazione pubblica attraverso la sostituzione dei vecchi corpi illuminanti con la nuova tecnologia led e ad alimentazione eolica e fotovoltaica, l’ottimizzazione dei punti di consegna elettrica, il rifacimento dei quadri, la costruzione, la manutenzione e l’ampliamento di nuovi impianti, la riduzione dei consumi energetici e la gestione in concessione degli stessi, compresa la fornitura di energia elettrica, assicurando circa 200mila euro di risparmio netto l’anno e la certezza, per il Comune, di scaricarsi dal groppone tutti gli interventi di manutenzione ordinaria.

È proprio su queste considerazioni che la giunta municipale aveva deciso di dichiarare di “pubblica utilità” il project financing proposto dall’azienda catanese, prevedendo un costo totale di investimento pari a 2 milioni 540 mila euro. Di questi, poco più di 1 milione giungeranno dai fondi comunitari del programma Fesr Sicilia, mentre la restante quota di cofinanziamento sarà a carico dell’azienda privata.

Continua a leggere altre notizie su
Patti