98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Polemica su regolamento riscossione tributi, stasera Consiglio Comunale

Capo d’Orlando – Si preannuncia un Consiglio Comunale molto acceso stasera a Capo d’Orlando. Tra i temi più caldi certamente quello relativo al regolamento sulla riscossione dei tributi, che ha sollevato più di qualche polemica.

Dopo la dura nota stampa del consigliere comunale Renato Mangano (leggi qui) al riguardo, il sindaco Franco Ingrillì ha commentato il contenuto del regolamento che disciplina le misure preventive per sostenere il contrasto dell’evasione dei tributi locali: «L’obiettivo dell’Amministrazione è solo tutelare chi paga e garantire i servizi essenziali. I commercianti che non dovessero risultare in regola con il pagamento dei tributi comunali riceveranno un avviso per regolarizzare la propria posizione, prima di procedere alla eventuale chiusura del locale – afferma ancora il Sindaco Ingrillì -. Tra l’altro, nel regolamento che sarà al vaglio del Consiglio, è proposta una dilazione del pagamento fino a un massimo di 36 mesi. I morosi avranno quindi fino a tre anni di tempo per mettersi in regola. Nessuna oppressione fiscale, quindi, ma solo la volontà di promuovere il principio di corresponsabilità: da un lato il Comune che assicura servizi di qualità, dall’altro il pagamento dei tributi comunali da parte di commercianti e cittadini. Vogliamo assicurare vivibilità ed elevata qualità della vita, ma per far ciò tutti dobbiamo concorre allo stesso obiettivo».

Non è tardata ad arrivare la controrisposta del consigliere Mangano: «Il Collegio dei Revisori dei Conti e la maggioranza consiliare paladina bocciano clamorosamente l’Amministrazione Ingrillì sulla Proposta di Deliberazione del Regolamento per il Contrasto dell’Evasione dei Tributi Locali. L’Organo di Controllo, nel condividere le mie perplessità, ha rivisto il precedente parere segnalando al consiglio comunale la necessità di cassare la parte del regolamento che “trasferisce in capo al soggetto che svolge l’ attività commerciale una responsabilità che attiene al comportamento omissivo di un soggetto terzo qual’è appunto il proprietario dell’ immobile per il mancato pagamento dei tributi dovuti sullo stesso”. La maggioranza consiliare, con la presentazione di Tre emendamenti al richiamato regolamento, nella commissione consiliare permanente, presieduta dalla dott.ssa Linda Liotta, ha confermato l’ obiettività delle mie osservazioni, nel merito e in punto di diritto, perché interviene finalmente con una pluralità di proposte, ma ancora insufficienti, per la regolarizzazione delle morosità. Tutto ciò premesso – prosegue Renato Mangano –, l’Amministrazione Ingrillì persevera a non comprendere le esigenze del cittadino moroso che vuole conservare lo status giuridico di “contribuente” e continua a fare confusione tra “Evasori e Morosi “, tra ” Garanzia dei Servizi e Tutela dei Cittadini in regola con i tributi locali” e “Assistenza e Accompagnamento dei Cittadini morosi, per necessità, alla regolarizzazione dei tributi pregressi”. Conclusivamente, il Contribuente va assistito e motivato nella regolarizzazione dei tributi locali, tenendo conto della sua effettiva capacità contributiva, rispettando l’esigenza del Comune di fare cassa, senza oppressione fiscale, per garantire servizi puntuali e di qualità».

Oltre al regolamento sull’evasione dei tributi, nel consiglio comunale di stasera si discuterà, tra l’altro, del regolamento compostaggio rifiuti e si procederà al Conferimento della cittadinanza onoraria al dott. Piero Fagone.

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando