98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Rissa violenta tra un paziente del Servizio Territoriale di Salute Mentale dell’ospedale “SS Salvatore” ed il medico che lo cura

Mistretta – Una rissa violenta è scoppiata tra un paziente del Servizio Territoriale di Salute Mentale dell’ospedale “SS Salvatore” ed il medico che si occupa della sua cura. Il violento corpo a corpo è stato sedato dalla gente che si trovava all’interno dell’ ambulatorio, che ha poi allertato i Carabinieri della locale compagnia, i quali hanno fermato il paziente, accusato dal medico del Dipartimento che lo segue, di aggressione.

L’uomo è stato condotto in caserma per poi, dagli stessi militari, essere trasferito al Pronto Soccorso del Santissimo Salvatore di Mistretta per le cure del caso, considerata la perdita di sangue dalle lesioni causate dalla colluttazione con il medico. Il paziente, dal canto suo, racconta ai sanitari “di essere stato attaccato violentemente dal medico del Dipartimento” il quale, a sua volta riferisce “che è stato lo stesso paziente ad aggredirlo, dopo avergli richiesto con insistenza la cartella clinica, per essere  trasferito al Dipartimento di Salute mentale di Sant’Agata di Militello, dove voleva essere seguito”.

L’aggressione sarebbe avvenuta all’esterno, all’ingresso dello spazio verde, adiacente al Servizio, in quello che viene chiamato “Il Giardino della Complessità” in cui i pazienti del Distretto Sanitario D29 incontrano la natura che dovrebbe, in teoria, ristabilire negli stessi un’ottima condizione psicofisica. L’uomo, che alla vista dei sanitari del Pronto Soccorso si presentava con i vestiti sporchi di sangue e il volto pieno di graffi, è stato sottoposto ad un’ecografia all’addome e ad esame TAC dal quale emergono fratture alle ossa del massiccio facciale e al setto nasale per cui, dal medico di Guardia, sono stati dati 15 giorni di prognosi e chiesta la consulenza dell’otorinolaringoiatra, prevista per domani.

Continua a leggere altre notizie su
Mistretta