98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

L’Associazione Gibba denuncia lo stato di abbandono in cui versa la frazione di Fiumara

Piraino – L’associazione “Gibba”, recentemente costituitasi a Fiumara di Piraino con l’intento di promuovere la partecipazione attiva alla vita politica e sociale del paese e la tutela del patrimonio storico-culturale del territorio pirainese denuncia a voce alta la mancanza di attenzione da parte dell’Amministrazione Comunale nei confronti della popolosa frazione.

Di seguito il testo della nota, firmata dall’Associazione:

“Nonostante Fiumara non sia una frazione con tanti spazi, la villetta e il fiume, tuttavia, potrebbero rappresentare una risorsa per la contrada. Peccato però che l’incuria e la mancanza di attenzione regni sovrana.

Oggi siamo qui a scrivere, nuovamente, di una triste pagina di noncuranza del verde pubblico, il cui protagonista è il fu parco giochi di Fiumara di Piraino: un tempo luogo accogliente e familiare per tutti i bambini – non solo di Fiumara, ma anche di altre frazioni del nostro comune e addirittura di comuni limitrofi – che oggi si presenta come una riserva perfetta per zecche, zanzare e vespidi.

Le foto parlano da sole: è a dir poco preoccupante lo stato selvatico dell’ambiente e la decadenza delle strutture interne che devono cedere il passo alla foresta che sta crescendo, florida, in un luogo inizialmente destinato alle attività ricreative dei bambini della nostra comunità.

Speriamo che si prendano provvedimenti celeri per risolvere questa situazione, data anche la nota predilezione per l’attività di scerbamento della nostra amministrazione comunale.

Altra questione ancora aperta è la permanenza di rifiuti ingombranti sulla strada che costeggia il fiume, mai rimosse sin dalle giornate di pulizia da noi promosse mesi fa; infatti, nonostante più e più volte l’Associazione “Gibba” abbia esortato il sindaco a chiamare l’agenzia di smaltimento rifiuti, a questo sono seguite tante parole, ma pochi fatti.

Dopo i solleciti verbali andati persi come foglie al vento, adesso stiamo lavorando per presentare una richiesta di intervento, da recapitare agli uffici competenti, per porre fine a queste situazioni deprecabili”.

Continua a leggere altre notizie su
Piraino