98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Condannato a 5 anni e 4 mesi ex collaboratore di giustizia

Messina – È stato condannato a cinque anni e quattro mesi dal giudice Maria Vermiglio l’ex collaboratore di giustizia Gaetano Barbera.

Per lui è stata disposta anche una multa di 14 mila euro. Lo scorso marzo Barbera era finito nuovamente in carcere perché, mentre si trovava in località protetta aveva ripreso con la sua attività, partecipando ad una lite violenta in un bar, anche se a sua difesa aveva spiegato di aver voluto tutelare un amico minacciato per un debito, contratto con quattro soggetti legati alla malavita locale.

Ma poi Barbera è andato oltre, perché si era procurato una pistola, che avrebbe usato per intimidire o affrontare i quattro e arrivando, come emerso in un’intercettazione, a ipotizzare di poterla pure utilizzare. A portargli la pistola era stata la sorella Maria Barbera, 44 anni, che in viaggio da Messina lo aveva raggiunto nella località protetta dove si trovava.

Le dichiarazioni di Barbera sono state giudicate attendibili della procura fin dal 2013, è infatti considerato elemento di spicco del clan di giostra. Barbera aveva assunto a pieno titolo ruolo di capo clan tra le leve giovanili del gruppo. A lui viene contestato anche l’omicidio di Stefano Marchese commesso il 18 febbraio 2005 all’Annunziata. È stato condannato a 29 anni.

Continua a leggere altre notizie su
Messina