98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Morte Lorena Mangano. Scarcerato Gugliandolo

Capo d’Orlando – Omicidio stradale dell’orlandina Lorena Mangano, scarcerato Giovanni Gugliandolo.

Proprio mentre in queste ultime ore si piangono giovani vittime in Sicilia di omicidio stradale un fulmine a ciel sereno ha colpito la comunità Orlandina e non soltanto. La Corte d’Appello di Messina, accogliendo l’istanza del suo difensore, avvocato Pietro Luccisano, ha scarcerato Giovanni Gugliandolo,30 anni,  pasticciere, che si trovava agli arresti domiciliari, accusato di competizione stradale e condannato a 6 anni in secondo grado, coinvolto nell’omicidio stradale avvenuto la notte del 25 giugno 2016 nel capoluogo , in cui dopo due giorni di agonia, perse la vita, la studentessa universitaria di Capo d’Orlando Lorena Mangano.

La giovane, mentre attraversava  con la sua Fiat Panda l’incrocio con la via Torrente Trapani, fu travolta dall’Audi TT guidata dal finanziere Gaetano Forestieri, condannato a 10 anni in secondo grado , che gareggiava per le vie del centro con Gugliandolo alla guida della sua Fiat 500 Abarth. Lo scorso giugno si attendeva l’ultima sentenza, ma i giudici della IV sezione penale della Cassazione hanno inviato tutto al 4 dicembre prossimo.

Il dispositivo dei giudici e breve ma complesso. Lo stesso avvocato di Gugliandolo, Pietro Luccisano non era certo della sua stessa interpretazione. Perchè  gli ermellini hanno preso in considerazione una sentenza dell’11 dicembre 2007 e poi del 22 febbraio 2018 dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, in cui, secondo le previsioni del caso “Drassich”, è possibile una diversa riqualificazione del fatto-reato e dell’addebito. Riqualificazione che riguarda proprio la posizione di Gugliandolo

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando