98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Alessandra Musarra morta per soffocamento. L’esito dell’autopsia sul femminicidio dell’8 marzo

Messina – È stata una “morte asfittica” in quanto qualcuno l’ha strangolata con grande forza, fratturandole addirittura l’osso della gola. Oppure perché qualcuno l’ha talmente tanto strattonata e stretta, da lesionarle due vertebre cervicali.

È questa la triste e tragica sorte di Alessandra Musarra che emerge dalle prime risultanze dell’autopsia.

Un atto che adesso è sul tavolo del magistrato che indaga da quando la 29enne fu trovata senza vita nella casa di contrada Campolino, a S. Lucia sopra Contesse, il sostituto procuratore Marco Accolla. E per il magistrato non ci sono dubbi.

Accusato del femminicidio commesso proprio il giorno della “Festa delle donne” è il fidanzato Cristian Ioppolo, 26 anni, che secondo l’accusa avrebbe strangolato la ragazza.

 

Continua a leggere altre notizie su
Messina