98zero

Treviso vince anche gara 3 e viene promossa in A1. Non basta il cuore ai paladini

Capo d’Orlando – Treviso si aggiudica la serie vincendo anche gara tre al Pala SikeliArchivi dopo una partita che ha per lunghi tratti dominato ma che, nel finale, ha rischiato anche di vedersi sfuggire via con un po’ troppa leggerezza. Finisce 65 a 76 e così la squadra di Menetti viene promossa in serie A1 mentre per l’Orlandina il rammarico non aver centrato il salto di categoria nonostante avesse vinto la regular season.

Quintetto di partenza forzato per coach Sodini che deve fare a meno di Triche e Trapani. L’Orlandina comincia dunque con Mei, Laganà, Bellan, Parks e Bruttini. RIsponde Treviso con Logan, Burnett, Severini, Imbro e Tessitori.

I primi due punti sono dell’Orlandina con una ottima penetrazione di Matteo Laganà. Partono bene i padroni di casa che con Parks si portano sul 4 a 1. Il Pala SikeliArchivi è una bolgia e ancora Laganà da sotto per il 6 a 1. Imbro trova la solita tripla allo scadere dei 24 per il 6 a 4 a favore dell’Orlandina. Logan punisce ancora da tre punti uscendo dai blocchi e poi recupera un pallone segnando altri due punti per Treviso ed è parità (10-10). Il giovane Galipò perde il secondo pallone consecutivo e Logan non si fa pregare per il 10 a 13 che costringe Sodini al timeout. E’ Nicola Mei a segnare dai 6,75 per la nuova parità a quota 13. Si segna poco ma l’agonismo e lo scontro tra le due squadre rimane altissimo. Il parziale si chiude sul 18 a 17 per i padroni di casa che, nel primo quarto, hanno lottato con cuore e sudore.

Si parte con Bruttini che attacca il ferro e subisce fallo. Dalla lunetta è preciso il capitano che fa due su due per il 20 a 17. Non sbaglia nemmeno Imbro dalla linea della carità ed è 20 a 19. Treviso trova buone soluzione dalla distanza ed in un amen è già sul più 5 (20-25). Ma Mobio mette una tripla fondamentale per l’Orlandina (23-25). La partita rimane molto nervosa e ne risente lo spettacolo. Tessitori segna da post alto il 23 a 30 per Treviso. A 3 minuti e mezzo dall’intervallo lungo Laganà subisce un colpo ed è costretto ad uscire portato a braccio da alcuni suoi compagni. L’Orlandina perde lucidità e Treviso ne approfitta con Logan e Tessitori. A due minuti dalla fine del secondo parziale il punteggio è di 25 a 34 per gli ospiti. Coach Sodini, a causa di un malore, lascia la panchina e in ambulanza viene portato in ospedale. La gara va avanti ma sembra abbia ormai poco da dire. Si va negli spogliatoi sul 27 a 37 per gli ospiti.

Al rientro Logan segna da tre punti e l’Orlandina non riesce a replicare. Il play di Treviso segna ancora dai 6,75 ed è 27 a 43. Parks corregge a canestro un tiro sbagliato di Bruttini ma Logan non si ferma più segnando il suo nono punto consecutivo (29-46). I padroni di casa accusano il colpo concedendo anche una inchiodata, sempre di Logan, che costringe Sussi, in panchina al posto di Sodini, a chiamare timeout. Parks è uno degli ultimi ad arrendersi. A 3’26” segna e subisce fallo concretizzando dalla lunetta il gioco da tre punti (36-55). Nell’azione successiva,dopo l’errore in attacco di Treviso è ancora Parks a segnare da tre punti (39-55). L’Orlandina ha un sussulto a fine terzo parziale con due triple consecutive. All’ultima pausa il punteggio è di 47 a 59 per Treviso.

L’ultimo quarto si apre con due punti di Parks che riportano Capo d’Orlando in partita sul meno dieci. Tessitori e Logan riportano Treviso sulpiù 14 (49-63) ma Parks concretizza un gioco da tre dopo aver subito fallo. Il canestro da sotto di Bruttini costringe coach Menetti a fermare la gara sul piùnove (54-63). Tessitori mette ko anche Parks che è costretto ad uscire quando mancano 7 minuti. Galipò da sotto segna il meno 7 e Bellan fallisce l’opportunità di accorciare ancora appoggiando al ferro con poca convinzione dopo aver recuperato palla in difesa (56-63). Difende con tutte le ultime forze in suo possesso l’Orlandina e Treviso paga le conseguenze di aver probabilmente dato per cosa fatta la vittoria. A metà ultimo parziale i paladini si riportan sul meno 5 grazie ad un recupero di Bruttini che segna da sotto. Dopo i due punti di Treviso Bellan piazza la tripla del meno 4 (61-65) a 3’20” dall’ultima sirena. L’Orlandina ha anche la palla del meno due ma il tiro da sotto di Bruttini viene sputato dal ferro. Logan cerca di togliere le castagne dal fuoco con quattro punti consecutivi di alta qualità. Sussi ferma la gara a 120 secondi dalla sirena sul 61 a 69. Tessitori commette il suo quinto fallo su Bruttini che dalla lunetta fa uno su due (62-69). Logan con una tripla chirurgica chiude di fatto i giochi. La successiva tripla di Burnett consente il saluto di fine stagione a capitan Bruttini che saluta il proprio pubblico. La gara finisce 65 a 76 per gli ospiti che festeggiano con i circa 50 tifosi che hanno seguito i propri beniamini in Sicilia.

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando