98zero

La minoranza interroga sulla segnaletica stradale “urgente” ma lavori cominciati dopo sei mesi

Sant’Agata Militello – I consiglieri di minoranza Melinda Recupero, Carmelo Sottile, Monica Brancatelli, Nunziatina Starvaggi, Giuseppe Puleo hanno presentato un’interrogazione sulla fornitura e la posa in opera della segnaletica stradale sul territorio comunale di Sant’Agata Militello.

Perchè se i lavori per la segnaletica stradale sono stati aggiudicati con l’urgenza sono invece cominciati sei mesi dopo? Questa una delle domande che la minoranza consiliare pone all’amministrazione con una interrogazione che vi proponiamo integralmente di seguit.

OGGETTO:  fornitura e posa in opera della segnaletica stradale. 

I sottoscritti Consiglieri Comunali del Comune di Sant’Agata di Militello, esclusivamente per lo svolgimento delle funzioni connesse all’espletamento del mandato amministrativo, 

Premesso 

– che l’amministrazione in carica, con determina del funzionario responsabile del 28/12/2018,  impegnava le somme per la posa in opera della segnaletica stradale;

– che per tale attività l’amministrazione ha proceduto con urgenza, e con affidamento diretto alla ditta, senza espletare le procedure di gara, motivando così la determina di affidamento: “che occorre urgentemente provvedere all’acquisto di segnali stradali mobili per esigenze di  viabilità e sicurezza urbana, e che la mancata esecuzione dell’acquisto in questione comporta grave danno patrimoniale per l’Ente in ragione dei disservizi che derivano dalle precarie condizioni in cui versano”; che la segnaletica stradale è fatiscente e che i segnali verticali risultano sbiaditi o mancanti; che  pertanto si rende necessario e urgente provvedere all’acquisto in questione;

vista l’urgenza e la sua specificità e l’aspetto operativo si ritiene opportuno procedere all’affidamento diretto” 

Considerato 

che i lavori in oggetto, malgrado l’affidamento diretto motivato dall’urgenza, sono iniziati a distanza di ben sei mesi dalla data della determina del funzionario responsabile;

che nel preventivo della ditta è previsto l’acquisto della segnaletica verticale per un importo pari ad euro 11.000,00,  al netto di iva;

che nella determina del funzionario responsabile è indicato  un importo contrattuale complessivo di € 13.491,98 comprensivo di IVA al 22%, mediante affidamento diretto, ai sensi dell’art. 36 c. 2 lett. A del D. Lg n. 50/2016, alla ditta NUOVA SEGNALETICA SICILIANA S.N.C, via Santa Caterina n.8 Misterbianco P.IVA 02451660878;

Ritenuto altresì

che la segnaletica orizzontale posizionata solo pochi giorni fa è totalmente sbiadita, ed è stata posizionata in maniera irregolare e non omogenea nelle varie zone della città;

che la mancata apposizione della segnaletica, o un’apposizione errata o difforme da quanto stabilito dalle norme, o effettuata con poca cura crea un potenziale rischio per tutti gli utenti della strada, oltre che uno spreco inutile per le casse comunali;

Tutto quanto premesso considerato e ritenuto, Si interroga il Sindaco per conoscere:

1 ) Per  quali motivi  i lavori, considerata l’urgenza nell’affidamento diretto, sono iniziati con sei mesi di ritardo;

2) Per quali motivi, a pochi giorni della messa in posa della segnaletica orizzontale, le strisce bianche sono totalmente sbiadite, e se è nelle sue intenzioni, pertanto, fare eseguire nuovamente i lavori alla ditta, affinchè l’opera venga eseguita “a perfetta regola d’arte”, al fine di non creare potenziali rischi per tutti gli utenti della strada, oltre che uno sperpero di denaro pubblico;

3) Per quali motivi ancora oggi, malgrado l’urgenza, non è stata posizionata la segnaletica verticale prevista nel preventivo.

Continua a leggere altre notizie su
Sant'Agata M.llo