98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Valanga di ricorsi al TAR su decisione del Sindaco. E’ scontro con i network radiofonici. Ingrillì: “Prima la salute dei cittadini”.

Capo d’Orlando – La vicenda riguarda una questione che da anni si trascina e che forse, questa volta, potrebbe avere una svolta. Al centro della querelle le emissioni degli impianti radio televisivi di contrada San Martino.

Dopo i rilievi effettuati dall’ARPA, il Sindaco di Capo d’Orlando, in data 8 febbraio 2019 ha emesso una ordinanza avente ad oggetto “legge 22 febbraio 2001 n. 36 – Misurazioni dei valori di campo elettromagnetico in località Castellaccio/Semaforo di questo Comune – Superamento dei limiti stabiliti dalla normativa vigente – Attuazione azione di risanamento – Seguito ordinanza n. 158 del 12/10/2015 e azioni conseguenti”, con la quale il primo cittadino Franco Ingrillì, ha ordinato ai soggetti indicati, “quali titolari degli impianti radiotelevisivi e/o gestori degli impianti di trasmissione installati in località Castellaccio-Semaforo”, nel Comune di Capo d’Orlando, “ In adempimento a quanto prescritto dalla nota ARPA n. 2914/2019”;

1) l’immediato risanamento del sito, riconducendo a conformità gli impianti, nel rispetto delle prescrizioni;

2) a compimento delle richieste riduzioni, dovranno essere presentate all’ARPA, a cura dei gestori/proprietari degli impianti radioelettrici, delle relazioni tecniche descrittive degli interventi all’uopo effettuati sia sugli impianti, sia relativamente alle misurazioni di campo elettromagnetiche che riterranno di seguire”;

nonchè di ogni altro atto presupposto, antecedente, conseguente, connesso, anche se non conosciuto dalle ricorrenti;

A questa ordinanza si sono opposti Radio Italia S.p.A., Eventi S.r.l., Radio Dimensione Suono S.p.A., Radio Maria APS, Monradio s.r.l., Radio Studio 105 S.p.A, Virgin Radio Italy S.p.A, RMC Italia S.p.A, Rai Way S.p.A presentando ricorso al TAR di Catania.

Con delibera di giunta dello scorso 7 giugno l’Amministrazione comunale ha deciso di costituirsi nei ricorsi davanti al TAR sezione di Catania nominando l’avvocato Pablo Magistro come legale.

Il Sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì ci ha dichiarato che “Prima di tutto viene la salute dei cittadini. Non è nostra intenzione far chiudere le trasmissioni dei tanti network radiofonici che insistono nella zona in questione, ma è necessario che si mettano in regolare per rientrare nei valori consentiti di emissioni“.

 

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando