98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Evade per la seconda volta per amore, convalidato arresto

Santo Stefano di Camastra – Evade per la seconda volta dai domiciliari per riappacificarsi con la compagna, il giudice di Patti convalida l’arresto , il pm aveva chiesto la reclusione in carcere.

A distanza di poco più di due settimane, il pregiudicato stefanese, arrestato lo scorso 18 maggio per essere evaso dagli arresti domiciliari,  è stato tratto in arresto ancora una volta dai carabinieri  della Compagnia di Santo Stefano di Camastra, che dietro segnalazione, si recavano presso il bar sito in piazza Matteotti, dove ritrovavano l’evaso. 

Il giovane, infatti, si è allontanato dalla casa dove era ristretto in “vinculis, non con l’intenzione di sfuggire e sottrarsi definitivamente alla misura cautelare allo stesso applicata, ma con l’intenzione di ritrovare la compagna, con cui aveva avuto una lite, per riportarla a casa. 

Nel pomeriggio di ieri si è, quindi, celebrato, presso il tribunale di Patti, davanti al giudice monocratico, dott.ssa Chiara Catalano ,  la convalida dell’arresto che ha avuto esito positivo. Il PM ha chiesto l’applicazione della misura della custodia cautelare in carcere e il giudice,  alla luce  delle argomentazioni dell’avvocato Lucio Di Salvo (in foto), difensore di fiducia dell’indagatoed in considerazione del comportamento collaborativo dell’indagato e delle motivazioni che hanno spinto lo stesso all’evasione, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Continua a leggere altre notizie su
S. Stefano C.