98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

ITET, studenti in Germania per il progetto Erasmus Plus KA2 As-tu soif?

Sant’Agata Militello – È l’acqua la protagonista dell’ Erasmus Plus KA2 AS-TU SOIF. L’ITET G. Tomasi di Lampedusa di Sant’Agata Militello è una delle scuole europee a partecipare al progetto di portata europea con l’idea di un itinerario sull’importanza e l’uso dell’acqua.

All’appuntamento tedesco hanno preso parte sei studentesse accompagnate dai docenti Giuseppe Giuffrida e Nicolina Ridolfo assieme agli studenti delle altre quattro delegazioni estere. In un clima di condivisione e d’amicizia si è concluso pochi giorni fa il secondo campus meeting del percorso progettuale As-tu soif / Are-youthirsty attuato nell’ambito del programma, partenariato strategico per gli scambi tra scuole. L’incontro, a conclusione della prima annualità, si è svolto a Coesfeld in Germania e ha visto protagonisti gli studenti della scuola santagatese e i rispettivi colleghi delle scuole estereOswald-von-Nell-Breuning-Berufskolleg – Coesfeld (Germania) Lycéeprofessionnel Jean Guéhenno – Saint AmandMontrond (Francia), Sredja sola Izola – Izola (Slovenia) e SukromnaSpojenaskola Educo – Namestovo (Slovacchia).

I docenti e i giovani partecipanti al meeting in Germania sono stati i veri protagonisti del percorso progettuale, di respiro europeo, realizzato al fine di far meditare i giovani sul tema dell’acqua quale risorsa indispensabile per la sopravvivenza dell’uomo e di tutti gli organismi viventi sul nostro pianeta. Durante le sessioni di lavoro, la delegazione italiana ha presentato un power point dal titolo “La voix de l’eau”, rappresentazione sull’uso dell’acqua in Sicilia, tra passato e presente, con particolare attenzione ai diversi metodi utilizzati dagli antenati. La Sicilia era un tempo celebre per le sue acque e infatti diversi poeti greci e arabi hanno esaltato l’idrografia siciliana. La scuola organizzatrice tedesca ha incentrato le diverse attività del meeting sulla tematica dell’acqua, fondamentale nell’igiene personale e in cucina, in particolare l’importanza dell’acqua per le cure termali e l’utilizzo dell’acqua nell’economia del paese soprattutto per la produzione del sale. In quest’ultimo caso viene utilizzata l’acqua piovana e non quella del mare. Quindi l’offerta culturale si è rivelata preziosa e interessante, grazie anche alle località tedesche visitate: Coesfeld, BadRothenfelde, Telgte, Münster, Billerbeck e Mühlheim.

Le alunne, Alice Fazio, Marta Fazio, Amalia Feurdean, Samanta Petrolo, Rubina Rinciari e Lorena Simone hanno così avuto la grande opportunità di incrementare le loro abilità linguistiche in inglese e francese in lavori di gruppo, giochi linguistici, laboratori di varia natura con i partner tedeschi, francesi, slovacchi e sloveni, in particolare partecipando attivamente alle diverse attività messe in atto dalla scuola organizzatrice in occasione della seconda mobilità del suddetto progetto. L’incontro si è svolto in un clima sereno, di cooperazione e d’entusiasmo. La partecipazione alle diverse attività programmate nell’ambito del progetto ha prodotto un efficace potenziamento delle competenze e un arricchimento delle conoscenze, offrendo alle studentesse la possibilità di un’apertura ad una prospettiva europea, nonché lo sviluppo della capacità di porsi in relazione con gli altri in termini di confronto critico. Le giovani si sono distinte per le attività operative per la fluidità espositiva, determinando un’esperienza significativa che li ha proiettate in una dimensione europea in un contesto del tutto nuovo ed efficace.

Continua a leggere altre notizie su
Sant'Agata M.llo