98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Il Comune di Mirto aderisce all'”Accordo di Distretto del Cibo dei Nebrodi”

Mirto – La Giunta Comunale mirtese, con la Delibera n. 75 del 3 Giugno 2019, ha attuato l’adesione all'”Accordo di Distretto del Cibo dei Nebrodi”, proposto dall’Associazione “Bio-Distretto dei Nebrodi”.

L’applicazione di questo accordo rientra nei Distretti del Cibo e si basa sul Decreto dell’Assessore Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, e sul Bando pubblico del Dipartimento Regionale Agricoltura.

L'”Accordo di Distretto del Cibo dei Nebrodi” è formato da 3 articoli, che ne disciplinano il suo funzionamento. L’area di riferimento di questo Distretto esprime una propria omogeneità territoriale, storica ed economico-sociale, e una peculiare espressività di molteplici produzioni (sia fresche sia trasformate) agro-alimentari e zootecniche, unitamente a una dominante vocazione naturalistica, data dalla presenza della maggiore tra le più importanti aree naturali protette regionali; in questa zona è racchiuso il 25% dell’intero patrimonio forestale siciliano, che ne connota e definisce la forte identità territoriale.

L’area del Distretto presenta un’ampia superficie territoriale, che coincide con il territorio di 51 Comuni, tra cui oltre al Comune di Mirto (Comune capofila del Bio-Distretto dei Nebrodi), sono presenti tanti paesi vicini: Acquedolci, Brolo, Capo d’Orlando, Capri Leone, Frazzanò, Galati Mamertino, Longi, Militello Rosmarino, Mistretta, Naso, Patti, Pettineo, Piraino, San Marco d’Alunzio, Sant’Agata di Militello, Sant’Angelo di Brolo, Santo Stefano di Camastra, Torrenova Tortorici.

I soggetti sottoscrittori di questo Accordo si impegnano ad integrarlo con lo specifico “Programma di Distretto“, che verrà redatto in forma concertata e condivisa, anche attraverso la programmazione di apposite iniziative di animazione territoriale, e approvato in sede di Assemblea plenaria dei sottoscrittori stessi.

Il “Programma di Distretto” sarà articolato in diverse tipologie di intervento, in relazione all’attività svolta dai soggetti sottoscrittori, e dimostrerà l’integrazione tra i diversi soggetti, in termini di miglioramento del livello organizzativo, del livello commerciale e del vantaggio complessivo dell’intero “Distretto del Cibo dei Nebrodi“.

Continua a leggere altre notizie su
Mirto