98zero

Il Consigliere Alessio Micale: “La ditta raccolta rifiuti ha inviato atto stragiudiziale per oltre 3 milioni al Comune”.

Capo d’Orlando – Con una nota il consigliere di minoranza Alessio Micale pone l’attenzione su un recente atto stragiudiziale inviato al Comune dalla ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti.

Secondo il consigliere comunale di opposizione Alessio Micale la ditta, definendo gravissima l’attuale situazione venutasi a creare, ha richiesto il pagamento di un credito che supera i 3 milioni e 200 mila euro al Comune ipotizzando la risoluzione del contratto, con tanto di conseguenze.

Di seguito la nota integrale inviata dal consigliere Alessio Micale.

“Sono sinceramente preoccupato. Hanno messo così tanta polvere sotto il tappeto da farne una montagna e ora ci stiamo sbattendo tutti. Dire lo avevamo detto non consola. Sui rifiuti, le maggioranze hanno scelto senza mai dare credito alle nostre ragionevoli posizioni, tutte prese nell’alveo della dialettica istituzionale, a viso aperto. Noi abbiamo sempre parlato di tariffa puntuale, di compostaggio, di risparmi e detrazioni, di raccolta differenziata, di monitoraggio sui servizi resi, di costi del trasporto, di attività per l’aumento della platea, di pesature, di attività di recupero. Abbiamo sempre tentato di dare il nostro contributo per migliorare tutto e non da oggi, da anni. Parlano le carte. Loro invece guardavano altrove , facendo scelte sorde, su tutto e per anni.

Trova, in questo contesto critico,  il mio giudizio favorevole all’attività amministrativa per aumentare la platea dei contribuenti, sviluppata in maniera apprezzabile dal personale del comune. Pero’ non va per nulla. Spaventano e non poco i termini del recente atto stragiudiziale inviato dalla ditta che gestisce il servizio, in relazione “alla gravissima situazione creatasi”, per un credito, a loro dire, di 3.264.551,99 oltre Iva, ipotizzando, “qualora dovesse perdurare l’inadempimento”, la risoluzione del contratto. Non vorrei si aprisse un periodo di rimpalli di responsabilità o molto peggio.

Non dico che sia facile gestire questo tema in maniera ottimale, sarei un pazzo se lo dicessi ma mi chiedo, quelli che ce la fanno sono supereroi? Non è stato raggiunto il limite di legge per la raccolta differenziata e quindi, ultimamente, siamo costretti a pagare una maggiorazione speciale quando andiamo in discarica. Andrebbe ottimizzato il conferimento per evitare aumenti di costo quando si conferisce nei giorni festivi.  Hanno spostato in avanti di 3 anni i maggiori costi del 2015, anche su questo la nostra posizione è stata chiara. Abbiamo perso il finanziamento di 300.000 euro, malamente, per l’adeguamento dell’isola ecologica. E mille altre cose che dimostrano che è più di qualcosa a non andare. Le responsabilità sono da distribuire e la mia non è una condanna generalizzata ma una  precisa richiesta di ulteriore impegno. Va riconquistato un rapporto di fiducia con il cittadino che passi anche dalla risoluzione risoluzione delle controversie per realizzare un servizio calibrato ed efficiente, al giusto costo. Da qualche punto bisognerà pur cominciare”.

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando