98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Il Consiglio comunale approva tre importanti Regolamenti sul compostaggio dei rifiuti

Patti – Tre nuovi regolamenti, approvati dal  Consiglio comunale nella scorsa seduta del civico consesso, disciplineranno le modalità di smaltimento della frazione organica dei rifiuti.

Il Consiglio comunale approva tre regolamenti sul compostaggio dei rifiuti. La materia in questione riguarda, in particolare, l’attività di compostaggio domestico, di comunità e di prossimità, con la fissazione di alcune regole utili per smaltire l’umido rispettando l’ambiente, ottenendo, contemporaneamente, degli sconti in bolletta.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale, che ha ottenuto il disco verde del Consiglio attraverso il voto favorevole sui tre regolamenti, consiste nell’abbattere la quantità di umido che oggi il Comune conferisce nel centro di raccolta e smaltimento di Nicolosi. Nelle prossime settimane l’ente di Palazzo dell’Aquila incoraggerà i privati a richiedere le compostiere domestiche in comodato d’uso, garantendo loro il 20% di sconto sulla parte variabile della tariffa di igiene ambientale. Nel frattempo, il Comune parteciperà ad un bando che prevede la possibilità di accedere ai fondi Fesr 2014/20 per l’acquisto di impianti collettivi (compostiere di comunità e di prossimità) dotati una capacità di smaltimento pari a 130 tonnellate annue.

Attualmente i costi di conferimento e smaltimento della frazione organica incidono sulle casse di Palazzo dell’Aquila per 145 euro a tonnellata, «per cui – ha dichiarato il sindaco Mauro Aquino – un sensibile abbattimento di questa voce procurerebbe al Comune risparmi non indifferenti, che si ripercuoterebbero positivamente anche sulle tariffe a carico delle utenze».

Intanto è stata annunciata, anche se ancora in via non ufficiale, l’imminente emanazione di un’ordinanza sindacale che vieterà l’utilizzo dei prodotti monouso in plastica, nell’ottica dell’adesione alla campagna “Plastic free”, già sposata da alcuni Comuni della provincia. In ballo anche la possibilità di istituire il divieto di fumo in spiaggia, con l’obiettivo di ridurre sensibilmente l’inquinamento da mozziconi di sigarette sui litorali pattesi.

 

Continua a leggere altre notizie su
Patti