98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Consiglio Comunale di Mirto approva Programma triennale e Bilancio 2019

Mirto – Il Consiglio Comunale mirtese, riunitosi ieri sera in Sessione ordinaria, ha approvato il Programma triennale delle opere pubbliche per il triennio 2019-2021  e il Bilancio di previsione dello stesso periodo di riferimento.

Le due proposte del Programma triennale e del Bilancio 2019 comprendono anche l’Elenco annuale dei lavori per il 2019 e la nota di aggiornamento al DUP (Documento unico di programmazione) 2019/2021.

Il Programma triennale delle opere pubbliche, approvato all’unanimità dagli 8 Consiglieri presenti (4 di maggioranza e 4 di minoranza) sui 12 componenti effettivi, comprende un emendamento, riguardante il progetto esecutivo di manutenzione straordinaria del Museo del Costume e della Moda Siciliana, riguardante i lavori di riqualificazione e di rifunzionalizzazione degli spazi culturali del Museo. L’emendamento è stato inserito nel prospetto, dopo l’invio del progetto Roma, presso il Consiglio dei Ministri, in quanto rientra nel programma del governo “Bellezza Italia“. All’interno del Programma triennale vengono elencati questi altri lavori importanti: il Centro Comunale di Raccolta, l’ex mattatoio comunale, i Magazzini Cupane, la pubblica illuminazione e l’efficientamento energetico di alcuni tratti del paese, il consolidamento di Via Ugo Bassi e gli interventi alla Scuola elementare.

L’argomento dei Bilancio dell’esercizio finanziario 2019/2021, con la nota di aggiornamento al DUP dello stesso triennio, è stato attuato con i voti favorevoli di tutti i Consiglieri presenti. Il Bilancio è costituito da tutte le spese e le entrate, che devono essere registrate nell’anno corrente, ed è formato da diversi documenti, tra cui il Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari per l’anno 2019.

Il Piano delle alienazioni valorizzazioni immobiliari è stato applicato con 7 voti favorevoli, mentre ha espresso parere contrario il Consigliere di maggioranza Percacciolo. Questo Piano comprende tre immobili ricadenti nel Comune di Mirto: il fabbricato ex Scuola elementare (in disuso da anni) di Contrada Cammà, per una somma di circa 110.000 mila euro; la Casa di Riposo per anziani per una cifra di circa 900.000 euro; e una porzione di terreno nei pressi della Scuola materna, per un totale di circa 17.000 euro. Il Sindaco mirtese Maurizio Zingales ha suggerito di allegare, all’argomento in oggetto, una proposta: quella di demandare all’Ufficio Tecnico le procedure di gara necessarie, per la vendita di questi tre immobili, che fanno parte del Piano delle alienazioni. La proposta ha ricevuto 6 voti favorevoli, mentre si sono astenuti i Consiglieri Percacciolo Cassarà.

Il Consiglio Comunale ha anche approvato uno Schema di Convenzione per la posa in opera di una porzione di condotta fognaria, da realizzarsi in un terreno privato; questo intervento si trova nell’ambito dell’esecuzione delle “opere di urbanizzazione primarie riguardanti la realizzazione di un insediamento industriale, per la lavorazione e la produzione di manufatti in plastica, sito in Contrada Tiberio del Comune di Mirto“, su iniziativa della Irritec s.p.a.

Infine il civico consesso ha riconosciuto le spese di due Ordinanze Sindacali dello scorso Febbraio. Le due Ordinanze si riferiscono: alla bonifica dell’alloggiamento del serbatoio carburante dell’impianto di riscaldamento, presso la Scuola elementare, per un importo di 600 euro; e alla fornitura straordinaria di gasolio da riscaldamento sempre nella Scuola elementare, per una cifra di 800 euro compresa l’IVA.

Continua a leggere altre notizie su
Mirto