98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Operazione Nemesi, indagini chiuse su quattro omicidi. Quattro gli indagati

Barcellona – Il procuratore aggiunto di Messina, Vito Di Giorgio e i colleghi della DDA, Fabrizio Monaco e Francesco Massara hanno chiuso le indagini relativamente a quattro omicidi commessi tra il 1997 e il 2001 nel comprensorio barcellonese e sui quali non era del tutto stata fatta chiarezza.

Al termine delle indagini per l’operazione denominata “Nemesi” sono quattro le persone indagate. Si tratta Giovanni Rao, Salvatore Micale, Antonino Calderone e Sebastiano Puliafito.

Tre di loro si trovavano già in carcere. Il solo Micale era libero. Gli omicidi al centro dell’inchiesta sono quello di Giovanni Catalfamo, avvenuto a Barcellona Pozzo di Gotto il 29 settembre 1998 davanti al complesso in cui risiedeva la vittima; quello di Mimmo Tramontana, avvenuto nel 2001 sulla litoranea; quello di Stefano Oteri, consumato la sera del 27 giugno 1998 davanti all’abitazione della sorella a Milazzo e infine la morte di Santino Bonomo che rappresenta un caso di lupara bianca. L’uomo fu attirato in una trappola il 12 dicembre 1997 con la scusa di commettere alcuni furti. Venne invece assassinato e il suo cadavere non fu più ritrovato.

La ricostruzione dei fatti di sangue ha fatto leva sulle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Carmelo e Francesco D’Amico, Nunziato Siracusa e Aurelio Micale.

Continua a leggere altre notizie su
Barcellona