98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

La Costa al lavoro per la prossima stagione col sogno A2 ma c’è il nodo palazzetto da sciogliere

Capo d’Orlando – Dopo aver raggiunto il traguardo salvezza nel secondo torneo di Serie B della sua storia, l’Irritec Costa d’Orlando è già al lavoro per la stagione 2019/2020. C’è però qualche nodo da sciogliere per la società del presidente Giuffrè. Il coach e ds Peppe Condello è vigile sul mercato ma non ha necessariamente fretta di affondare il colpo. Il club biancorosso sta infatti vagliando tutte le ipotesi future, tra cui quella di presentare una domanda per il ripescaggio in A2.

Il basket italiano non sta certo vivendo un momento facile mentre il sodalizio paladino gode di ottima salute. Forte anche dell’ambizione di alcuni partner storici e con due anni di esperienza in un campionato nazionale alle spalle, la Costa potrebbe anche pensare di provare a fare il grande salto. La Federazione ha già fatto le proprie richieste al club di via Torrente Forno ma tutto è inevitabilmente legato alla disponibilità di una struttura idonea a disputare le gare di A2. Il “PalaValenti” non potrebbe ospitare partite ufficiali del secondo campionato cestistico nazionale e disporre una struttura adeguata al torneo è conditio sine qua non per presentare la domanda di ripescaggio.

Lo scorso 13 maggio, la Costa d’Orlando ha richiesto al comune di Capo d’Orlando la disponibilità per usufruire del “PalaFantozzi”. Una risposta positiva permetterebbe al club paladino di portare avanti l’iter per cercare di scalare una categoria. Al momento, però, la società biancorossa non ha ricevuto alcun segnale, né positivo né negativo, da parte del Sindaco orlandino. Questo ovviamente sta rallentando tutti i movimenti della squadra, coinvolgendo anche la parte tecnica.

L’eventuale mancata disponibilità del “PalaFantozzi” stroncherebbe sul nascere ogni possibilità di ripescaggio per la Costa, essendo quello un paletto determinante per la presentazione della domanda. In attesa di novità su questo fronte, il club continua a lavorare sottotraccia per vivere una stagione 2019/2020 da protagonista, a prescindere dalla categoria.

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando