98zero

Evade dai domiciliari. Giudice convalida arresto ma rigetta misura cautelare

Santo Stefano di Camastra – In manette per evasione dai domiciliari, il giudice di Patti convalida l’arresto , ma rigetta la misura cautelate.

Si è celebrato ieri mattina davanti al giudice monocartico del Tribunale di Patti, Francesco Torre, la convalida dell’arresto di un pregiudicato stefanese, difeso di fiducia dall’avvocato Lucio Di Salvo ( in foto) che nel pomeriggio di sabato 18 Maggio si allontanò dalla propria abitazione dove si trovava ristretto agli arresti domiciliari per il reato di maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione

A seguito di segnalazionei carabinieri del locale comando si misero alla ricerca del giovane evaso e lo ritrovarono presso l’ambulatorio del 118 di S. Stefano di Camastra, dove lo stesso si era recato per farsi medicare dalle lesioni da taglio procuratesi alla mano. Il giudice ha convalidato l’arresto, ma, anche in accoglimento delle argomentazioni difensive eccepite dall’avvocato Lucio Di Salvo, difensore dell’indagato, ha rigettato la richiesta di misura cautelare degli arresti domiciliari formulata dal pubblico Ministero, ritenendo già sufficiente a garantire le esigenze cautelari l’analoga misura per la quale  l’indagato si trova attualmente ai domiciliari, in stato di restrizione della libertà personale, per altro reato.

Il processo a suo carico  verrà celebrato nelle forme del rito direttissimo. 

Nella foto l’avvocato Lucio Di Salvo 

Continua a leggere altre notizie su
S. Stefano C.