98zero

La marcia dei sindaci si sposta su Palermo

Messina – Si è spostata su Palermo la marcia dei sindaci. Dopo la manifestazione del primo maggio che ha visto sfilare per la via della città dello Stretto ben 73 sindaci dei comuni messinesi, oggi il popolo delle fasce tricolori ha protestato davanti palazzo d’Orleans.

Più di un centinaio gli amministratori locali che chiedono un impegno decisivo sulla sorte delle ex province. “Sui bilanci delle ex Province stiamo andando avanti con una finzione contabile di cui non vorremmo un giorno dover rendere conto” ha spiegato il sindaco di Messina, Cateno De Luca, che affiancato dai parlamentari regionali Danilo Lo Giudice e Vincenzo Figuccia, a piazza Indipendenza, ha spiegato che “Questa manifestazione non è contro nessuno, ma è a favore del territorio, perché ogni tanto questi palazzi, dove si prendono certe decisioni, hanno bisogno di sentire direttamente da noi quali sono alcuni dettagli che magari sfuggono”.

In giornata hanno incontrato il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e, dopo, il presidente della Regione Nello Musumeci. I sindaci chiedono che vengano individuate quelle somme che potrebbero dare una boccata d’ossigeno alle ex Province. “Le abbiamo individuate nel fondo Sviluppo e coesione – continua De Luca – e stiamo parlando di una cifra imponente che è stata assegnata alla Sicilia: due miliardi e 300 milioni di euro per investimenti strategici. Di questi allo stato attuale, al di là di quello che possono dire vari assessori e vari dirigenti, mi risultano impegnati a malapena 500 milioni di euro e se entro dicembre 2021 tutte queste risorse  non diventeranno cantieri aperti si perderanno”. Altra questione da risolvere più volta sollevata è quella del prelievo forzoso: “In Sicilia è stato prelevato di più rispetto alle altre Province delle regioni a statuto ordinario. Non sappiamo se questi avrebbero evitato il la dichiarazione di dissesto, io vi dico che probabilmente è così, ma lasciamo stare ormai è storia”.

Continua a leggere altre notizie su
Messina
Invia una Segnalazione