98zero

La “marcia” degli alunni delle medie e la lirica del poeta La Greca nel ricordo di Impastato e Moro

Brolo – Nel giorno dell’anniversario della morte di Peppino Impastato, di Aldo Moro e degli uomini della sua scorta, a Brolo, il sindaco Pippo Laccoto, accompagnato dal neo assessore Maria Vittoria Cipriano  e dal vicesindaco, Carmelo Ziino, con la partecipazione dei ragazzi delle medie, dei consiglieri comunali, degli insegnanti e della dirigente scolastica, Maria Ricciardello,  ha reso omaggio a queste importanti figure della storia italiana, deponendo fiori nei luoghi che, con ceppi e monumenti, ricordano Peppino Impastato, Aldo Moro e gli agenti della sua scorta.

E’ stata l’occasione per soffermarsi a parlare, confrontarsi, ricordare  quelle due “storie” che il 9 aprile di 41 anni fa si intersecarono in un tragico destino e sulle quali ancora molto c’è da scoprire.

In occasione di questa importante data, un illustre cittadino di Brolo,  il poeta Rosario La Greca, per rendere  omaggio alla memoria di Aldo Moro, ha composto una lirica dedicata proprio allo statista, dal titolo “Una luce accesa nel mondo”:

 

UNA LUCE ACCESA NEL MONDO

(Lirica dedicata ad Aldo Moro)

Sei una luce accesa nel mondo,

un orizzonte limpido e fecondo,

una fonte preziosa di grandi ispirazioni

ancora oggi, per le future generazioni,

un mirabile esempio di statista capace

di esaltare i valori di libertà e pace.

Sognavi con ardente desiderio di costruire

nuove convergenze parallele, di offrire

al mondo una ventata di cambiamento…

una voce nuova sospinta dal vento,

una luce che non conosce tramonto,

un futuro di speranza e prosperità.

Un impegno intessuto di tanta umanità,

teso ad aprire spazi vitali nella società,

per elevare condivisione, bene e dignità.

Un’esistenza connotata da infinita sensibilità

e dalla fede nel Cristo Gesù,

permeata dalla Sua luce e da rare virtù,

dal percorso di aspri sentieri,

con la forza del cuore e liberi pensieri.

Continua a leggere altre notizie su
Brolo
Invia una Segnalazione