98zero

“Patti Nobilissima Civitas”, tanti visitatori alla scoperta dei Tesori Nascosti

Patti – È più che positivo il bilancio della prima edizione di “Patti Nobilissima Civitas: alla scoperta dei Tesori Nascosti”, l’evento culturale che nel weekend appena trascorso ha trasformato la città in un grande museo a cielo aperto.

L’evento “Patti Nobilissima Civitas: alla scoperta dei Tesori Nascosti” ha suscitato grande interesse. «Domenica – ha riferito Anna Ricciardi, ideatrice e direttrice artistica della manifestazione – si è registrato un flusso di visitatori maggiore rispetto al sabato. Tra i tesori più visitati la Cattedrale, Villa della Scala, Palazzo Erbicelli, il Caffè Galante e Villa Pisani. Vedere il centro storico brulicare di visitatori durante questo periodo dell’anno conferma senza dubbio – ha aggiunto la Ricciardi – il grande successo dell’evento».

Preziosissimo il contributo dei collaboratori e dei partner che si sono dati un gran da fare per accogliere e guidare i tanti curiosi tra le bellezze nascoste della città: dai dipendenti della biblioteca e dell’Archivio Comunale a quelli del Servizio Turistico Regionale, dall’Istituto superiore Borghese Faranda all’azienda agricola Daemone. E poi le tante associazioni: Pfm, Officina delle Idee, Club Amici di Salvatore Quasimodo, Associazione Culturale Tindari, Unione dei Commercianti Pattesi e Unione degli Albergatori Pattesi. «Un ringraziamento speciale – ha sottolineato la direttrice artistica – va alla Curia di Patti, nella persona del vescovo Guglielmo Giombanco, e a Franz Aiello, Gaetano Caleca, Maria Teresa Di Bella, Valeria Furnari, Nino Galante, Nino Lo Iacono, Maria Antonietta Letizia, Nino Miragliotta, Gaetano Nachera, Luigi Romana, Claudio Rubeis, Massimo Scaffidi, Giovanni Sciacca, Filippo Segreto e Alba Zuccarello».

Era presente all’evento anche Laura Anello, direttore artistico e fondatrice delle “Vie dei Tesori”, l’evento nazionale ideato a Palermo e che da anni coinvolge parecchie città siciliane e lombarde. «La dott. Anello – ha dichiarato la Ricciardi – è rimasta colpita dalle tante testimonianze storiche ed etno- antropologiche che il territorio è in grado di offrire. Credo ci siano tutti gli elementi per rafforzare la collaborazione ed entrare a far parte ufficialmente del circuito nazionale. Nel frattempo – ha concluso Anna Ricciardi – rimaniamo aperti a tutti i suggerimenti di coloro che abbiano idee migliorative, perché amiamo costruire e non polemizzare».

Più che soddisfatto anche il sindaco Aquino: «È un format di successo e il nostro territorio vanta delle peculiarità molto appetibili dal punto di vista turistico. L’apertura di alcune dimore private ha inoltre suscitato parecchio interesse nei cittadini e nei visitatori. Le potenzialità del territorio sono state colte immediatamente anche dai responsabili delle “Vie dei Tesori”. Mi auguro che l’evento cresca sempre più nei prossimi anni, nel frattempo stiamo già pensando ad una sua riproposizione a luglio o a settembre, cercando di individuare il periodo migliore e correggendo in anticipo alcuni errori che sono stati commessi».

(Foto dal Web)

Continua a leggere altre notizie su
Patti