98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Cineteatro comunale, si punta alla ristrutturazione dello stabile

Patti – Col progetto esecutivo già approvato, la giunta municipale punta ad un finanziamento per la ristrutturazione del cineteatro.

La giunta municipale ha approvato in linea amministrativa il progetto esecutivo per i lavori di manutenzione straordinaria dei prospetti e del solaio di copertura del cineteatro comunale Beniamino Joppolo. Contestualmente è stata inoltrata la candidatura dell’ente all’avviso pubblico finalizzato a promuovere interventi di ristrutturazione, restauro, innovazione tecnologica, messa a norma, ripristino dell’agibilità e della fruibilità di sedi, di proprietà sia pubblica che privata, deputate allo spettacolo.

L’iniziativa è dell’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana nell’ambito del bando “Teatri di Sicilia”, al quale l’ente di Palazzo dell’Aquila ha partecipato con l’auspicio di intercettare un finanziamento di 300 mila euro, contribuendo con un quota di cofinanziamento pari al 10% dell’importo concedibile. Il progetto, inserito all’interno del programma triennale delle opere pubbliche, non è soggetto né ad autorizzazione paesistica, né al parere igienico sanitario dell’Asp (in quanto non risultano modificati i requisiti e le caratteristiche di natura igienico-sanitaria).

I lavori, se finanziati, dovrebbero prevedere il rifacimento della facciata, l’impermeabilizzazione del tetto, l’efficientamento energetico tramite l’installazione di pannelli fotovoltaici sulla copertura e la sostituzione dell’impianto di riscaldamento e raffreddamento. In progetto sono previsti anche l’acquisto di nuove attrezzature (tra cui proiettori e fari di scena) e la sostituzione degli attuali tendaggi per il miglioramento dell’acustica in sala. «Il tentativo dell’amministrazione comunale – ha dichiarato Aquino – è di recuperare risorse per eseguire delle opere infrastrutturali che migliorino l’efficienza e la fruibilità del cineteatro e che lo rendano ancora più centrale nella politica culturale del territorio».

 

Continua a leggere altre notizie su
Patti