98zero

ITET, guida sicura con il progetto “Icaro” della Polizia Stradale

Sant’Agata di Militello – Vigilia di Pasqua in sicurezza soprattutto sulle strade. Questo quanto è emerso nell’ambito del progetto “Icaro”, svoltosi nell’aula magna dell’ITET Tomasi G. di Lampedusa diretto dalla Dirigente Scolastica Antonietta Emanuele.

L’appuntamento con la Polizia di Stato, coordinato dal vice Questore Dott. Nicolò D’Angelo e per la scuola dalla prof.ssa Antonella Sciotto, ha impegnato il Sovraintendente capo Filippo La Rosa e l’assistente capo Pietrantonio Pizzuto. Il progetto annuale di educazione stradale nelle scuole è promosso dal Mit in collaborazione con la Polizia, il Miur, il Dipartimento di Psicologia dell’Università Sapienza di Roma, il Moige (Movimento Italiano Genitori), l’Ania (Associazione nazionale per le imprese assicuratrici) e la Federazione Ciclistica italiana.

L’attività è rivolta a sensibilizzare i ragazzi circa gli impatti delle emozioni alla guida dei veicoli. Il tema centrale è dettato dai processi di regolazione emotiva che sono alla base dei comportamenti di rischio stradale (rabbia alla guida, ansia e distrazione, sottostima del rischio, ecc.), nonché su ulteriori aspetti legati all’intelligenza emotiva, finalizzata a promuovere il rispetto delle regole stradali, dei comportamenti corretti e di una mobilità consapevole, presentando il non rispetto delle regole come un disvalore.

L’iniziativa, giunta ormai alla XIX edizione, è stato seguita, alla fine dell’attività di formazione, dalla somministrazione di un questionario ai ragazzi in forma anonima ed i cui risultati saranno decodificati dal Dipartimento di Psicologia dell’Università Sapienza. In questo modo si vuole misurare il grado di efficacia dell’azione formativa e i miglioramenti eventuali da porre in essere per le prossime edizioni del progetto “Icaro”.

Per i ragazzi dell’ITET, futuri neo patentati, è stata l’occasione inoltre di valutare alcune componenti generalmente sottostimate dal guidatore e che sono al pari cause determinanti per incidenti gravi sulle strade. Per saper guidare non basta conoscere il mezzo ed i segnali stradali, ma saper gestire anche i propri stati emotivi. Saper scongiurare inoltre atti di “violenza urbana” anche semplicemente per aver subito il torto di una precedenza non rispettata.

Continua a leggere altre notizie su
Sant'Agata M.llo
Invia una Segnalazione