98zero

E’ stato fatto brillare l’ordigno bellico ritrovato nello Stretto di Messina – Le foto

Messina – Risveglio rumoroso per i messinesi quello di oggi. L’ordigno bellico ritrovato in mezzo allo Stretto di Messina nei giorni scorsi è stato fatto brillare e il boato dell’esplosione è stato avvertito a distanza dai tanti messinesi che si accingevano a lasciare le proprie abitazioni per andare a lavorare.

La bomba, sganciata da un aereo militare di una dimensione pari a 150 cm di lunghezza e 160 di circonferenza per un peso di oltre 1000 libbre ad alto contenuto esplosivo, ha dimostrato tutta la sua potenza stamattina.

L’ordigno è stato trasportato con dei lunghi cavi a dieci chilometri distanza dalla costa calabrese e da quella siciliana. Tutto è andato come previsto e messo a punto durane la riunione tecnica che si è tenuta in prefettura lo scorso venerdì.

Dalle 6 del mattino è stato chiuso al transito veicolare il tratto di strada di via Vittorio Emanuele compreso tra viale Boccetta e viale San Martino. I palombari della Marina militare sono entrati in azione.

Hanno legato l’ordigno con dei grossi cavi collegati a un rimorchiatore e lo hanno trainato nel punto di maggiore distanza tra le coste siciliana e calabrese. Tutti i mezzi navali hanno raggiunto la distanza di sicurezza e a quel punto la bomba è stata fatta brillare e un’alta colonna d’acqua si è sollevata dal mare.

Continua a leggere altre notizie su
Messina
Invia una Segnalazione