98zero

Il Sindaco di Militello Rosmarino incontra il Prefetto dopo le minacce via social. Intanto scrive anche a Salvini

Militello Rosmarino – Ieri il primo cittadino è stato convocato in prefettura. Oggetto della convocazione: comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

L’incontro si è svolto alla presenza del prefetto Maria Carmela Librizzi e dei componenti del comitato. Oltre al sindaco Riotta era presente  il presidente del consiglio,  Antonino Mileti . Durante l’incontro il Prefetto ha ribadito  la vicinanza delle istituzioni  e ha invitato il sindaco e il presidente  a tranquillizzare l’opinione pubblica circa la vicinanza delle istituzioni. Nei giorni scorsi, si era levato alto il coro d’indignazione dell’amministrazione comunale per il protrarsi dell’escalation di minacce a danno delle istituzioni ed in particolare del primo cittadino e del suo esecutivo, estese anche ai loro familiari.

Il sindaco inoltre con una mail ha informato il ministro Salvini dell’incresciosa situazione . Il sindaco Riotta , in municipio, indossando la fascia tricolare ha voluto chiarire energicamente : “ Si è toccato il fondo, ad ogni cosa c’è un limite, se questa gente pensa di intimorire me e la mia amministrazione con attacchi vili e personali , ha sbagliato indirizzo. A qualcuno forse sfugge che dal giugno scorso, questa amministrazione è guidata da un timoniere , che è onorato della sua squadra e porta avanti l’azione amministrativa nell’interesse supremo della collettività, che mi onoro di rappresentare, per puro spirito di servizio”.

Riotta sottolinea inoltre di possedere le qualità soprattutto morali, unitamente al suo esecutivo per amministrare il comune. Lunedì scorso, un video in diretta è stato pubblicato dal profilo Facebook, di un cittadino di Militello, contenente oltre che una serie di insulti personali ed epiteti poco felici ed ingiuriosi anche minacce molto gravi, che non lasciano presagire nulla di buono. Dopo avere presentato formale denuncia, il presidente del consiglio, Antonino Mileti, ha inviato una lunga nota al prefetto di Messina , Maria Carmela Librizzi, “per chiedere la protezione per sindaco ed assessori minacciati di morte, affinchè non siano lasciati soli”.

Il sindaco Riotta ha inoltrato una mail a Salvini per metterlo a conoscenza della grave situazione venutasi a creare nel comune nebroideo che amministra e, che nonostante reiterati tentativi di arginare gli attacchi sferrati sempre dalla medesima persona, nulla è cambiato. Si legge nella missiva: “ La goccia che ha fatto traboccare il vaso, è stato un video postato sui social, dove in maniera esplicita sono state fatte minacce a me, ad alcuni componenti della mia amministrazione ed ai rispettivi familiari. Questa lettera scaturisce a seguito della presentazione di diverse querele, dell’incontro avuto col procuratore del Tribunale di Patti , col prefetto di Messina , con il commissario di Capo d’Orlando, senza però aver sortito alcun effetto”.

La campagna denigratoria e di attacchi, via social, pur non essendo mai arrivata a questo grave livello, infatti va avanti da troppe settimane, risalendo al mese di febbraio e subendo adesso un‘evoluzione in negativo, con l’aggiunta di minacce di morte.”. Dal canto suo, l’autore del video avrebbe dichiarato “di avere esagerato, mosso dalla rabbia per avere ricevuto un’ordinanza di demolizione di un’abitazione, indirizzata al padre morto da quarant’anni. In tantissimi si chiedono se quest’uomo agisca autonomamente, magari mosso da un sentimento di risentimento nell’operato di Riotta, o se invece possa essere mosso da una regia occulta, per gettare discredito sul primo cittadino e la sua giunta.

Continua a leggere altre notizie su
Militello Rosmarino