98zero

Trasferimento gestione delle strutture idriche ai Comuni. Interrogazione dell’On. De Domenico

Palermo – L’On. Franco De Domenico ha presentato una interrogazione all’Assessore Regionale per l’Energia e per i Servizi di Pubblica Utilità Alberto Pierobon con la quale chiede se non ritenga necessario accordare la sospensione temporanea delle procedure di passaggio forzoso delle strutture idriche a 9 Comuni della Provincia di Messina, quali Comune di Furnari (ME) – Pagina ufficiale, comune di Mazzarrà Sant’Andrea, Comune di Venetico, Roccavaldina, Comune Di Cesarò, Comune Di San Teodoro, Comune Di Forza d’Agrò, Comune Di Casalvecchio Siculo-Pagina Istituzionale, e Comune di Savoca in attesa dell’approvazione del Piano d’Ambito da parte dell’Assemblea dei Sindaci.

Chiedendo, altresì, come lo stesso assessore intenda sostenere i Comuni e le relative popolazioni, nella fase di trasferimento della gestione delle strutture idriche.

Come è noto, infatti, i suddetti Comuni hanno sollecitato nei giorni scorsi in una pubblica assemblea, l’adozione di un provvedimento di sospensione delle procedure, a fronte del trasferimento della gestione diretta della rete idrica disposto con la legge regionale 11 agosto 2017.

Tale norma ha previsto, da un lato la messa in liquidazione dell’Ente Acquedotti Siciliani, cui faceva capo la gestione del servizio idrico e la relativa tariffazione, e dall’altro il trasferimento del servizio e della contestuale gestione delle reti all’Assemblea Territoriale Idrica (ATI). Ente che, a tutt’oggi, non risulta operativo.

“In occasione della assemblea pubblica tenutasi il 28 marzo a Furnari” dichiara L’On. De Domenico “avevo proposto un emendamento al collegato alla finanziaria che sospendesse il trasferimento forzoso, ma considerati i tempi con i quali il collegato sarà trattato, ammesso che sarà mai trattato, ho ritenuto di interrogare con urgenza l’assessore sul da farsi”.

“Come sempre” conclude De Domenico “la speranza di una fattiva collaborazione su temi che interessano i territori, a prescindere dalle posizioni politiche, dovrebbe indurre l’Assessore a dare risposte immediate”.

 

Continua a leggere altre notizie su
Sicilia
Invia una Segnalazione