98zero

In libertà l’operaio forestale arrestato per furto di legna

Longi – In libertà l’operaio V.B., 54 anni arrestato dai carabinieri della Stazione di Alcara Lì Fusi, nel corso dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in materia agroalimentare e forestale, ritenuto responsabile del reato di furto aggravato.

Il giudice del Tribunale di Patti, Andrea La Spada, ha convalidato il fermo dell’uomo, difeso dall’ avvocato Alvaro Riolo e non ha applicato alcuna misura cautelare, il pm aveva chiesto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. L’udienza, per la direttissima è stata poi aggiornata al prossimo 14 maggio davanti al nuovo giudice pattese Catalano, insediatosi al tribunale proprio ieri. L’operaio è stato sorpreso dai carabinieri, in località Mangalaviti del comune di Longi, mentre trasportava sulla propria autovettura un quintale circa di tronchi di faggio appena tagliati nell’area boschiva del Parco dei Nebrodi.

A bordo del veicolo sono stati rinvenuti anche una motosega e varia attrezzatura, utilizzati per il taglio. La refurtiva e l’attrezzatura sono state sottoposte a sequestro.

Il giudice ha però accolto la tesi difensiva eccepita dall’avvocato Riolo e rimesso in libertà il cinquantaquattrenne.

Continua a leggere altre notizie su
Alcara Li Fusi