98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Continua la campagna di contrasto e prevenzione al bullismo e cyberbullismo

Tortorici – Continua la campagna di contrasto e prevenzione al bullismo e cyberbullismo promossa dall’Associazione Antiviolenza “Aldebaran Onlus”.

Nell’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo 1 di Tortorici, ha avuto luogo l’incontro dal titolo “Vorrei ma non posto. Furto di identità e pericoli di internet” organizzato dall’Associazione   Antiviolenza   Aldebaran   Onlus   in collaborazione   con   l’Istituto   e   grazie   anche   al   prezioso   contributo   della   Prof. Mariuccia Trusso. L’evento che ha visto la partecipazione di numerosi studenti molto   attenti   ed interessati, è stato introdotto dall’avv. Lory Jane Amato, la quale, dopo i ringraziamenti al Dirigente Scolastico ha illustrato le finalità dell’Associazione e l’importanza del dialogo, per chiunque si trovi ad essere vittima di violenze commesse per mezzo di internet.

Ha preso poi la parola Padre Don Ciro Lo Cicero, sacerdote della comunità diTortorici, e poi il Dirigente Scolastico, Prof. Tarcisio Maugeri, che ha sottolineato quanto sia importante non lasciarsi vincolare dai pregiudizi verso tutto ciò che si percepisce come “diverso”. A   seguire   hanno   preso   la   parola   l’avv.   Antonella   Marchese   (Presidente dell’Associazione), l’avv. Alvaro Riolo del foro di Patti, l’ing. Emanuele Sciagura, esperto di informatica forense, l’avv. Carlo Giorgianni, Pubblico Ministero Onorario presso il Tribunale di Patti ed il dott. Carmelo Aliolo, Dirigente del Commissariato di P.S.   di   Capo d’Orlando   che   hanno   illustrato,   esaminato     e   discusso,   anche attraverso la proiezione di cortometraggi, di bullismo, di cyber-bullismo e di furto d’identità, evidenziando ai ragazzi i reati configurabili dalle singole condotte   in special modo derivanti da un uso distorto degli strumenti informatici e di internet e le conseguenze giuridiche, oltre ad alcune regole di tutela e sicurezza informatica.

Si è parlato soprattutto di social networks e si è discusso dei potenziali rischi e pericoli di cui giovani ed adolescenti possono essere soggetti; numerosi sono stati gli spunti di riflessione ed i suggerimenti per un uso moderato e consapevole della rete e dei social networks che sono stati lanciati durante tutto l’incontro. “Da anni l’Associazione Antiviolenza Aldebaran Onlus- ha commentato l’avv. Antonella Marchese- porta avanti, nelle scuole, una campagna di sensibilizzazione dei giovani all’uso consapevole di internet; la rete ha profondamente modificato il modo di comunicare, consentendo cose un tempo impensabili come ad esempio la comunicazione contemporanea, in tempo reale, con gruppi (anche numerosi) di persone che si trovano nei più disparati luoghi. Tutto ciò è certamente positivo, ma purtroppo la rete cela anche delle insidie che è fondamentale sapere riconoscere ed evitare per evitare di incappare in spiacevoli conseguenze.

Purtroppo Internet può anche essere strumento per perpetrare violenze. È per questo che andiamo nelle scuole da anni: per sensibilizzare i ragazzi ai rischi pericoli di internet, affinché utilizzino la rete in maniera corretta e consapevole”.

Continua a leggere altre notizie su
Tortorici