98zero

Militello Rosmarino, ordinanza di demolizione per il sindaco

Militello Rosmarino – Rischia di portarsi dietro importanti conseguenze politiche il provvedimento emesso dal responsabile dell’ufficio tecnico del comune di Militello Rosmarino nei confronti del sindaco Salvatore Riotta, primo cittadino da un anno.

Porta infatti la data del 13 marzo scorso l’ordinanza di demolizione nei confronti di opere edilizie effettuate nell’abitazione del padre ma oggi di proprietà dello stesso primo cittadino.

Nel documento a firma dell’ingegner Giuseppe Nastasi e del responsabile dell’istruttoria, Tommaso Morelli, infatti, si evidenziano alcuni abusi durante il sopralluogo effettuato il 6 marzo a Militello sulla base di alcuni esposti presentati da un cittadino a Finanza e Carabinieri.

Secondo l’ordinanza dal sopralluogo emerge la realizzazione di un piccolo bagno di 3 metri per 2, la variazione d’uso di un seminterrato trasformato da magazzino in ufficio, la variazione di altezza della copertura da 110 a 165 centimetri e la realizzazione di una struttura precaria a copertura di una porzione di terrazza senza autorizzazione del genio civile.

Tutte difformità che non possono portare a conseguenze penali per il sindaco, in quanto l’opera è stata ereditata dai genitori ma che lo costringeranno alla demolizione a proprie spese delle opere ritenute abusive.

Oltre a produrre memorie difensive per tentare di trasformare il provvedimento in una sanzione pecuniaria il sindaco avrebbe l’opportunità di presentare ricorso al Tar, anche se questo comporterebbe un contenzioso col comune che lo esporrebbe alla decadenza.

Insomma un rompicapo che dovrà essere risolto entro metà giugno. Nel frattempo le opposizioni a Riotta (in consiglio e fuori dall’aula) affilano le armi.

Continua a leggere altre notizie su
Militello Rosmarino