98zero

PTE di Torregrotta, l’Assessore Razza: “Chiederò una deroga affinchè resti aperto anche dopo il 31 dicembre 2019”

Torregrotta – Grande partecipazione ieri sera all’assemblea aperta che si è tenuta nell’Aula Consiliare di Torregrotta per parlare delle sorti del PTE (Presidio Territoriale di Emergenza). Presenti numerosi esponenti politici del territorio, la deputazione locale al gran completo e, ospite d’onore, l’Assessore Regionale alla Sanità Ruggero Razza.

Tra i Sindaci c’erano ovviamente il patron di casa Corrado Ximone, il Sindaco di Roccavaldina Salvatore Visalli, quello di Valdina Antonino di Stefano, il Primo Cittadino di Spadafora Giuseppe Pappalardo, di Saponara Fabio Vinci, di Villafranca Matteo de Marco; per Monforte San Giorgio erano presenti il Sindaco Giuseppe Cannistrà, il suo vice Maria Rosa Maimone, il Presidente del Consiglio Antonio Cannistrà e il Consigliere Caterina Rizzo.

Tra gli onorevoli invece Pino Galluzzo, Francesco De Domenico, Danilo Lo Giudice, Antonio De Luca, Luigi Genovese e la senatrice Barbara Floridia.

In  prima linea però c’erano loro, le associazioni, in primis  il comitato “Uniamoci in difesa del 118 di Torregrotta”.

Nel corso dell’incontro l’assessore Razza ha annunciato che chiederà una deroga al governo nazionale al fine di mantenere il Pte oltre il 31 dicembre 2019. La senatrice Floridia invece si  farà carico con il ministro, una volta fatta la richiesta di deroga, affinché venga accettata.

Insomma un percorso all’orizzonte che si profila meno buio di quello dei mesi scorsi, ma fatto altresì di grandi ostacoli ancora da superare.

A prendere la parola sono stati i rappresentanti della politica locale e regionale, che hanno esposto, a grandi linee, quelli che potrebbero essere i problemi derivanti dalla chiusura del PTE, primo tra tutti il congestionamento del Pronto Soccorso di Milazzo.

 

Continua a leggere altre notizie su
Torregrotta
Invia una Segnalazione