98zero

Presunti abusi edilizi su B&B riconducibile a ex assessore, tutti rinviati a giudizio

Barcellona – Sono stati tutti rinviati a giudizio gli indagati nell’inchiesta per i presunti abusi edilizi in una struttura ricettiva ubicata nel quartiere Marsalini e riconducibile ai familiari dell’ex assessore Angelo Coppolino. Rinviato a giudizio anche il sindaco Roberto Materia, accusato di abuso di ufficio a seguito della rimozione dall’incarico del comandante della Polizia Municipale di Lino La Rosa.

Il primo cittadino, attraverso una breve comunicazione, si è detto sereno in attesa di poter dimostrare la sua estraneità alle ipotesi accusatorie. Nell’udienza prevista il prossimo 20 maggio dovranno presentarsi lo stesso Angelo Coppolino e il fratello Felice, cui la struttura al centro dell’inchiesta sarebbe riconducibile; l’ex segretario generale Santi Alligo; il funzionario Carmelo Rucci; i due tecnici comunali Giuseppe Bonomo e Francesco Livoti; l’ex vicecomandante della Polizia Municipale, Salvatore Di Pietro e l’avvocato Domenico Floramo, quest’ultimo accusato di favoreggiamento nei confronti del suo assistito, architetto Carmelo Rucci.

I reati contestati sono peculato, corruzione, abuso d’ufficio e una serie di ipotesi di falso in atti pubblici.

 

 

Continua a leggere altre notizie su
Barcellona
Invia una Segnalazione