98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Condannato Germanà per diffamazione nei confronti di Mimmo Magistro durante un comizio del 2014

Brolo – Si è concluso ieri al Tribunale di Patti il processo che vedeva come imputato l’Onorevole Nino Germanà per il reato di diffamazione nei confronti dell’Avvocato Mimmo Magistro.

La vicenda risale alla campagna elettorale del 2014 quando, nel corso del comizio di presentazione della lista “Per Brolo”, mentre parlava il candidato sindaco Mimmo Magistro, Germanà dal balcone della propria abitazione apostrofò l’avversario politico con epiteti che il Tribunale ha ieri giudicato diffamatori.

La condanna per Germanà è di 3 mila euro, pena sospesa, ed al risarcimento danni per le parti civili costituite, Agnello Ada, Agnello Manuel, Aricò Giuseppe, Condipodaro Cono, Condipodaro Dari, Ferraro Franca, Fioravanti Tina, Murabito Basilio, Piscioneri Linda, Ricciardo Francesca, Ratto Antonino e Ziino Carmelo, Ricciardo Cono Giuseppe difesi dgli avvocati Ligato, Saturno, Fonti Castelbonesi, Sicilia e Condipodaro. Inoltre Germanà dovrà anche coprire le spese legali.

Mimmo Magistro era difeso dall’Avvocato Sabrina Ligato mentre Nino Germanà dal legale Massimiliano Fabio.

L’Onorevole Nino Germana’ ha commentato “Da uomo delle istituzioni ho profondo rispetto della magistratura e delle sentenza che vengono emesse in nome del popolo italiano. Sono sicuro che se la vicenda fosse stata giudicata in nome del popolo brolese sarei stato assolto con formula piena perché la nostra gente conosce fatti e persone. Essendo un giudicato di primo grado farò appello per fare valere le mie ragioni.”

Continua a leggere altre notizie su
Brolo