98zero

Viabilità, parcheggi e gestione dell’Ufficio tecnico tra gli argomenti del prossimo Consiglio comunale

Patti – Viabilità cittadina, parcheggi a pagamento, manutenzione stradale a tanto altro. Sono parecchi i punti all’ordine del giorno da trattare nella prossima seduta consiliare, in programma martedì 26 febbraio alle 17.

I miglioramenti della viabilità cittadina e l’eliminazione di parecchie criticità riscontrate su strade e arterie di competenza comunale saranno al centro di una mozione già presentata dall’intero blocco di minoranza (Prinzi, Di Santo, Cimino, Gregorio Nardo, Impalà e Tripoli), mentre il consigliere di maggioranza Placido Salvo ha richiesto l’inserimento in scaletta di una discussione utile ad ottenere chiarimenti sulla futura allocazione dell’ufficio postale di Mongiove. Quest’ultimo, insieme alla collega di gruppo Carmelina Virzì, è firmatario anche di una mozione che impegna l’esecutivo a predisporre il rifacimento del manto bituminoso lungo la strada comunale di collegamento con la frazione San Cosimo.

Il consigliere Federico Impalà intende, invece, aprire un dibattito sul regolamento di manomissione del suolo pubblico, mentre il collega di scranno Filippo Tripoli è pronto ad accendere i riflettori sul destino dell’Ufficio Territoriale del Lavoro. Lo stesso Tripoli si è fatto promotore di un’altra mozione che ha l’obiettivo di spingere l’esecutivo pattese a realizzare delle “Internet Free Zone” sul territorio comunale, privilegiando le zone centrali (piazze Marconi e Sciacca) e quelle maggiormente frequentate dai cittadini durante il tempo libero (Patti Marina in primis). È invece l’intero blocco di opposizione a chiedere una discussione sulla recente istituzione dei parcheggi a pagamento nelle zone del centro cittadino e in corso Matteotti.

All’ordine del giorno anche una mozione di Giacomo Prinzi tesa a far luce su tempi e modalità di erogazione della contribuzione regionale da corrispondere alle aziende colpite dal devastante rogo del 30 giugno 2017. Ancora Prinzi, insieme al collega di scranno Di Santo, intende aprire una discussione sulle presunte inefficienze dell’Ufficio tecnico dal punto di vista della gestione politica: un attacco senza mezzi termini all’operato del vicesindaco Alessia Bonanno, destinataria nelle scorse settimane di una dura nota in cui gli stessi Prinzi e Di Santo ne chiedevano le dimissioni da assessore a   Manutenzioni, Servizi a rete, Verde pubblico e Decoro urbano.

Continua a leggere altre notizie su
Patti
Invia una Segnalazione