98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

I Nebrodi come le Dolomiti, oltre 1000 persone in meno di una settimana

Cesarò – È stato inaugurato “Scia nel Parco”, il progetto che vede protagonisti, nel periodo invernale, i mondi dello sci di fondo e delle ciaspole, immerso nel suggestivo e incontaminato paesaggio di “Portella Femmina Morta”, a 1500 metri sul livello del mare, nel territorio di Cesarò.

L’iniziativa, che ad oggi vede la partecipazione e collaborazione dei 17 comuni dell’hinterland nebroideo: Alcara Li Fusi, San Fratello, San Teodoro, Troina, Maniace, Randazzo, Floresta, Ucria, Mistretta, Capizzi, Caronia, Galati Mamertino, Longi, San Marco D’Alunzio, Sant’Agata di Militello e Acquedolci, ha portato alla realizzazione di un percorso lungo 4 km prontamente curato dal battipista dell’Ente Parco dei Nebrodi, il quale facendo su e giù per l’intero percorso, va a garantire un fondo perfettamente liscio e livellato per una maggiore esperienza per gli appassionati, che avranno inoltre la possibilità di avventurarsi fino al lago Maulazzo, che in questo periodo è ancora completamente ghiacciato.

Buona la prima, con la partecipazione di oltre 1000 presenze. Da sottolineare, inoltre, anche la presenza costante di polizia municipale, carabinieri, guardaparco e forestale. Dal principiante all’esperto, dal nipote al nonno, come testimonia la lunga carovana di auto parcheggiate ai bordi della strada lunga più di un km, oltre all’apposito spiazzale occupato in ogni ordine di posto. Successo che va attribuito anche alle associazioni, che guidano i turisti lungo il sentiero, oltre a noleggiare qualunque tipo e misura di attrezzatura per chi ne è sprovvisto. Presenti bagni e punto ristoro.

Una valorizzazione del territorio che prende sempre più slancio, attirando attorno al polo turistico una grande affluenza di appassionati, che oltre alla pratica dello sci di fondo si mettono in cammino con le ciaspole lungo i sentieri che portano ai laghi ghiacciati di Sicilia tra cui il Maulazzo.

L’attività di svolge nei pressi di “Portella Femmina Morta” grazie al protocollo d’intesa con l’ente Parco dei Nebrodi, guidato dal commissario Luca Ferlito e ben 17 comuni, di cui Cesarò capofila del progetto, tutti uniti nel coinvolgere il territorio ed i loro abitanti. Già nel fine settimana boom di prenotazioni per le scolaresche guidati dai maestri di sci della Fisi (federazione italiana sport invernali) potranno imparare la pratica dello sport come lo sci di fondo.

Insomma una cooperazione che ha dato sin da subito eccellenti risultati e che oggi è uno strumento di esempio da seguire, un’opportunità di crescita per tutto il territorio nebroideo.

Continua a leggere altre notizie su
Cesarò