98zero

Stipendi a singhiozzo e nodo stabilizzazione, i dipendenti del Comune vogliono chiarezza

Patti – Tanti gli argomenti all’ordine del giorno dell’assemblea sindacale, tra cui il nodo stabilizzazione e le modalità di erogazione delle spettanze.

Si terrà mercoledì 20 febbraio alle 11 una assemblea sindacale di tutti i dipendenti di Palazzo dell’Aquila, indetta dalle Rappresentanze Sindacali Unitarie del Comune di Patti. L’invito è stato esteso anche alle organizzazioni sindacali, al sindaco, ai componenti della Giunta, al presidente del Consiglio comunale e a tutti i consiglieri, al segretario generale e ai responsabili di settore, con l’obiettivo di fare chiarezza sul blocco di numerose procedure, tra cui le contrattazioni decentrate. In assemblea si discuterà  anche dell’erogazione delle spettanze e della ripresa di un percorso di condivisione fra rappresentanze sindacali e amministrazione comunale.

I componenti R.S.U. Michele D’Addea (coordinatore), Nunzio Scaglione (segretario), Salvatore Colonna, Antonino Federico, Valerio Milone, Antonino Natoli, Daniela Mosca e Carmelina Spurio affermano che «nell’ultimo periodo gli unici interlocutori delle RSU di Patti sono stati il segretario comunale e il responsabile dell’Area Finanziaria, i quali, ereditando una situazione non certo invidiabile, riscontrano sollecitazioni e richieste di chiarimenti in modo puntuale, ma considerati i ritardi accumulati negli anni su molteplici problematiche si necessita un’inversione di tendenza dell’amministrazione comunale nel confronto con le rappresentanze sindacali, principalmente per migliorare i servizi all’utenza a beneficio della collettività».

«Le contrattazioni decentrate integrative, oggetto di discussione assembleare, se definite annualmente e preventivamente, ottimizzano – prosegue la nota – le attività dei servizi di manutenzione, del verde pubblico, della viabilità, della scuola; ad oggi, invece si approvano a consuntivo, dopo diversi anni, con incomprensibili ritardi nell’erogazione delle spettanze, con le somme relative a cinque anni fa ancora nei meandri delle maglie dei bilanci comunali e con perenni rinvii annuali. I ritardi nell’erogazione degli stipendi – scrivono ancora i componenti RSU – provocano notevoli disagi non solo alle famiglie dei dipendenti, ma si ripercuotono anche sul circuito economico locale, pertanto, come più volte evidenziato, è fondamentale il puntuale pagamento degli stessi».

Le Rappresentanze Sindacali Unitarie auspicano, infine, una massiccia partecipazione all’incontro da parte di tutti i rappresentanti e i funzionari invitati, al fine di contribuire, ognuno per le rispettive competenze, a migliorare l’assetto organizzativo del Comune di Patti, con la relativa ottimizzazione dei servizi resi alla cittadinanza.

Continua a leggere altre notizie su
Patti
Invia una Segnalazione