98zero

Capo d’Orlando diventa “plastic free”. No a piatti e sacchetti di plastica

Capo d’Orlando – Capo d’Orlando diventa Comune “plastic free”. Il Sindaco Franco Ingrillì ha infatti firmato l’ordinanza con cui si dispone che dal 1° aprile 2019 è vietato l’uso e la commercializzazione di sacchetti, piatti e stoviglie di plastica.

Un provvedimento che si pone un duplice obiettivo, come spiega il Sindaco Ingrillì: “da un lato tutelare l’ambiente in quanto si riducono le emissioni inquinanti, dall’altro aumentare la quota della raccolta differenziata, rendendo  più economico lo smaltimento dei rifiuti”.

In particolare, gli esercenti sul territorio comunale, le attività commerciali, artigianali e di somministrazione/alimenti/bevande, a decorrere dal 1° aprile 2019 non potranno distribuire ai clienti sacchetti da asporto monouso in materiale non biodegradabile. Inoltre, i titolari che esercitano sul territorio comunale le attività della ristorazione, quali bar, ristoranti, pizzerie, rosticcerie e attività simili a decorre dal 1° aprile 2019 potranno distribuire agli acquirenti esclusivamente posate, piatti, bicchieri (di qualsiasi dimensione), cannucce in materiale biodegradabile e compostabile. Analoga disposizione riguarda supermercati e salumerie.
Inoltre, durante  feste pubbliche e sagre si potranno distribuire al pubblico esclusivamente posate, piatti, bicchieri e sacchetti monouso in materiale biodegradabile e compostabile.

“Non è un provvedimento fine a se stesso – ribadisce il Sindaco Ingrillì – ma è una iniziativa culturale e di educazione civica. Ciascuno di noi, nel ruolo di amministratore e di cittadino, è chiamato a fare la propria parte nella battaglia contro la riduzione della plastica nel mondo e nel mare in particolare. Non possiamo rimanere inermi  di fronte ad una vera e propria emergenza ambientale: è una battaglia da vince con il contributo di tutti”.

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando
Invia una Segnalazione