98zero

Allerta arancione nel palermitano. Paura per il fiume Milicia a Casteldaccia

Palermo – Torna il maltempo e torna anche la paura, in provincia di Palermo, dopo i drammatici fatti di novembre, dove 11 persone persero la vita in quell’incredibile ondata di pioggia distruttiva. Oggi era prevista allerta gialla e puntualmente una bomba d’acqua ha investito la zona.

Ed è proprio a Casteldaccia che è tornata la paura, con il fiume Milicia, quello che aveva travolto e ucciso le nove persone in una villetta, di nuovo in piena, tanto che in certi punti è proprio esondato, come si può vedere dal video e dalle testimonianze dei cittadini. La polizia  ha chiuso alcune strade del paese che si sono allagate per la sicurezza dei cittadini, ma la paura è rimasta. Numerose le abitazioni e i negozi allagati anche a Ficarazzi.

Quattro squadre di vigili del fuco sono al lavoro a Piano Stoppa a Misilmeri e Belmonte Mezzagno dove sono stati soccorsi diversi automobilisti rimasti in panne.

Al 115 numerose le chiamate di soccorso. In particolare un gruppo di persone è rimasto bloccato per l’acqua alta nel ristorante Valleverde Baglio Santa Rita a Belmonte Mezzagno. Problemi anche a Palermo, nelle zone di Mondello, via La Malfa, Messina Marine, nel quartiere di Villagrazie sono saltati alcuni tombini. E per domani la situazione si prospetta ancora peggiore. L’allerta, in alcune parti della provincia, sarà addirittura arancione, così come nel Messinese, Catanese, Ragusano e Siracusano. Gialla nel resto dell’Isola.

Continua a leggere altre notizie su
Sicilia
Invia una Segnalazione