98zero

Carbonizzato in auto a Salemi. Per i giudici è suicidio non per l’ex fidanzata: “Amava la vita”

Salemi – L’esame del Dna conferma l’identità di Francesco Ciaravolo, 48 anni, trovato nella sua auto senza vita alcuni giorni dopo la cerimonia saltata. Per i PM si tratta di suicidio.

Il Giornale di Sicilia propone un’intervista con l’ex compagna dell’uomo ritrovato carbonizzato nella sua auto a Salemi. È piena di dolore Vincenza Vaccaro, ex fidanzata di Francesco Ciaravolo mentre racconta della sua storia d’amore con colui che avrebbe dovuto diventare suo marito. Un matrimonio mancato, ma ancora Vincenza è incredula.

“Non credo nel suicidio – dice – Francesco mi amava alla follia e amava la vita. Non posso credere che abbia distrutto tutto quello che avevamo costruito insieme. Non ci credo”. La donna ripercorre la loro storia, ancora incredula per l’accaduto: “Ci eravamo conosciuti due anni e mezzo fa in un locale notturno di Castelvetrano e fu colpo di fulmine. Ci eravamo perdutamente innamorati e sin da subito abbiamo cominciato a progettare una vita insieme”.

Continua a leggere altre notizie su
Sicilia
Invia una Segnalazione