98zero

Torna alla vittoria l’Orlandina. Netto successo su Cassino 97 a 67

Capo d’Orlando – Una gara che non ha mai avuto praticamente storiaquella vinta dalla Benfapp Capo d’Orlando contro Cassino. I paladini si impongono per 97 a 67.

Quintetto standard per coach Marco Sodini che parte con Triche, Bellan, Lucarelli, Parks e Bruttini. Cassino risponde con Castelluccia, Hall, Raucci, Sorrentino e Pepper.

Parte bene l’Orlandina con quattro punti consecutivi. Da sotto prima Bruttini e poi Parks portano i padroni di casa subito sul 4 a 0. Cassino risponde con Hall e Raucci per il pareggio. Da tre punti Bruttini stupisce i presenti e a 7’30” è già 7 a 4. Le due squadre in campo corrono parecchio a discapito di difese non proprio irresistibili. Sulla sirena dei 24″ Pepper mette la tripla del sorpasso (11-12). Ma è ancora un immarcabile Bruttini (10 punti in cinque minuti) concretizza una azione da tre punti che riporta l’Orlandina avanti (14-12).  L’Orlandina piazza un break di 10 a 1 con Triche e Parks che costringe coach Vettese a fermare l’incontro sul 21 a 13 a 3’37” dalla prima pausa. Castelluccia tenta di scuotere i suoi mettendo due triple consecutive. Cassino torna di nuovo in partita a 45 secondi dalla prima sirena (26-21) e Sodini chiama timeout. Il primo parziale si chiude sul punteggio di 28 a 21.

Il secondo quarto vede ancora l’Orlandina partire molto bene. Bellan fa bene sia in difesa che in attacco e dopo due minuti è nuovamente più dieci per i padroni di casa (33-23). Cassino reagisce con un parziale di 2 a 9 e si riporta nuovamente in partita (35-32). Si prosegue con continui botta e risposta ma anche con tanti errori in entrambi i lati del campo. A 4 minuti dall’intervallo lungo Soni chiama timeout sul 38 a 34. Cassino non demorde e piazza un altro mini break di cinque punti consecutivi interrotto da una tripla di Laganà a tre minuti dalla sirena (41-39). Allo scadere Pepper sbaglia incredibilmente una schiacciata e si va negli spogliatoi sul punteggio di 47 a 42.

Al rientro dall’intervallolungo è subito Lucarelli a piazzare una tripla sull’uscita dai blocchi (50-42). Sul ribaltamento Bruttini difende forte su Pepper stoppandolo e a campi invertiti è il lungo di Capo d’Orlando che subisce fallo dall’americano e fa due su due dalla lunetta. Ancora Triche dalla lunetta non è molto preciso e fa uno su due ma Cassino non riesce più a segnare. Sulla tripla di Bellan coach Vettese chiama timeout dopo nemmeno due minuti di gioco sul punteggio di 56 a 42. Quando i padroni toccano il maggior vantaggio di 18 punti sale in cattedra Hall per Cassino che realizza cinque punti consecutivi. A 4 minuti dalla sirena il tabellone recita 60 a 49. Nonostante i tentativi di recupero degli avversari l’Orlandina continua a giocare come sa e riprende nuovamente un buon margine di vantaggio. A due minuti dall’ultima pausa i padoni di casa sono avanti di 16 (67-51) e Cassino accusa il colpo. Hall commette fallo e protesta beccandosi così anche un tecnico. Il parziale si chiude sul 69 a 53.

L’ultimo quarto si pare con un canestro di Sorrentino che sbaglia però dalla lunetta il tiro aggiuntivo. Risponde Laganà da tre punti mentre sul ribaltamento Hall commette il suo quarto fallo. L’Orlandina con il due su due di Lucarelli dalla lunetta tocca il massimo vantaggio a sette minuti dalla fine della gara (76-55). Cassino accusa il colpo e subisce ancora un parziale pesante. Sul punteggio di 81 a 57 coach Vettese ferma la gara con un timeout. Si sblocca anche Nicola Mei che mette due triple consecutive e per Cassino è notte fonda (86-59). Sodini concede spazio anche ai giovani e Murabito trova anche la tripla del più 30 per Capo d’Orlando (91-61). La partita si chiude con la netta affermazione per 97 a 67 dei paladini che tornano alla vittoria mentre Cassino non riesce a sbloccarsi e rimane ancora ultima in classifica.

 

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando
Invia una Segnalazione