98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Droga: blitz Carabinieri nel Catanese, 14 arresti

(ANSA) – CALTAGIRONE – Un’operazione antidroga dei carabinieri è in corso nel Catanese con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Caltagirone nei confronti di 14 persone.

I reati ipotizzati, a vario titolo, sono ritenuti responsabili, a vario titolo, sono di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana. Il provvedimento, emesso su richiesta della Procura del Calatino, è eseguito tra Caltagirone, San Michele di Ganzaria, Palagonia e Ramacca, da carabinieri del comando provinciale di Catania, supportati dalla Compagnia di Intervento Operativo del XII° Reggimento “Sicilia” e dal Nucleo Cinofili di Nicolosi.

Affittavano per brevi periodi alcuni bed & breakfast del Calatino, all’interno dei quali, all’insaputa dei titolari, veniva smerciata la droga nella convinzione di sfuggire ai controlli dei carabinieri i 14 indagati raggiunti stamane da ordinanze restrittive nell’ambito di un’operazione antidroga dei carabinieri tra Caltagirone, San Michele di Ganzaria, Palagonia e Ramacca. Nel corso delle indagini i militari dell’Arma sono riusciti a delineare le modalità di approvvigionamento della droga, che avveniva a Palagonia, arrestando nella flagranza sette persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Vi sono anche i pronipoti di Ciccio La Rocca, boss di cosa nostra, reggente la famiglia di San Michele di Ganzaria, tra i 14 destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare eseguita stamane dai carabinieri durante un’operazione antidroga, denominata ‘B&B’, compiuta stamane tra i comuni di San Michele di Ganzaria, Caltagirone, Palagonia e Ramacca (Catania). Il provvedimento restrittivo scaturisce dagli esiti di un’articolata attività investigativa condotta dalla Stazione di San Michele di Ganzaria e dalla Compagnia Carabinieri di Caltagirone tra il novembre del 2017 ed il luglio scorso che hanno permesso di accertare la responsabilità degli indagati in merito ad una fiorente attività di spaccio di stupefacenti a San Michele di Ganzaria e Caltagirone.

 Gli indagati – Quattro degli indagati sono stati rinchiusi in carcere: Giovanni e Vincenzo Casciana, rispettivamente di 26 e 29 anni, Giacomo Alessandro Ribelle, di 30, Francesco Spataro, di 35. Ai domiciliari sono finiti Giovanni Luca La Rocca, di 24, Giuseppe Stefano Marchese, di 27, Flavio Riso, di 27, Fabio Cannizzaro, di 40, Ivan Di Benedetto, di 29. A quattro degli indagati è stato notificato un obbligo di dimora: Giuseppe Nicolaci, di 25 anni, Liborio Siracusa, di 28, Giuseppe Gambino, di 21, Luca Criscione, di 25. Uno di essi, Giacomo Lo Bianco, di 26 anni, ha l’obbligo di Presentazione alla Polizia Giuiziaria

Continua a leggere altre notizie su
Sicilia